Sestri. Ghio: “Un errore separare il Turismo dalla Cultura”

Da Valentina Ghio, responsabile nazionale Dipartimento Turismo Pd, riceviamo e pubblichiamo

La decisione di ieri del Governo di separare la delega del Turismo da quella della Cultura, accorpandola all’Agricoltura, fa fare un passo indietro alla strategia dello sviluppo turistico del nostro Paese.
Il turismo è cresciuto moltissimo negli ultimi anni anche grazie alla centralità della promozione turistica del nostro immenso e articolato patrimonio culturale.
Siamo un Paese dove il turismo culturale, quello delle città d’arte e dei borghi, delle capitali della cultura rappresentano il valore aggiunto del posizionamento dell’Italia nel mercato turistico globale, quindi elemento peculiare del nostro sviluppo economico,
È una scelta che non tiene conto nemmeno del percorso impostato con il recente Piano Strategico Nazionale del turismo, approvato all’unanimità del Comitato Permanente e alla cui redazione hanno partecipato Regioni, Enti locali e rappresentanze delle categorie turistiche.
La scelta irresponsabile del Governo, senza ragioni logiche evidenti, mette in gioco l’assetto di un settore strategico del nostro Paese che ha portato risultati importanti anche da punto di vista occupazionale.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: