Rapallo: stop dei pullman, dimagrisce la lista degli esonerati

Stop ai pullman turistici allo svincolo autostradale di Rapallo. Un progetto che si trascina da quasi un anno; la fase sperimentale avrebbe dovuto iniziare nel settembre del 2017 e concludersi a dicembre. E’ terminata invece a luglio 2018 con un solo punto fermo: a gestire il progetto sarà Atp con propri uomini e con l’aiuto della polizia urbana di Rapallo. Cura dimagrante anche per la famosa lista dei pullman esonerati dallo stop; lasciare invariata l’attuale significherebbe vanificare il progetto.

Ci sono stati incontri, presenti anche Claudio Garbarino consigliere delegato ai Trasporti della Città Metropolitana e per Atp Esercizio il presidente Enzo Sivori; hanno analizzato dati e criticità del servizio partito lo scorso 10 maggio. Oggi si sono incontrati anche i sindaci di Rapallo Carlo Bagnasco e il collega di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni. Assente il primo cittadino di Portofino Matteo Viacava che con il vice Giorgio D’Alia sta facendo un viaggio in Trentino e Svizzera per studiare come evolve il turismo: limiti al traffico e ai clienti degli alberghi una card per accedere gratuitamente a impianti di risalita, trenino, bus, musei. Ora bisognerà arrivare alla nuova lista di pullman che possono accedere al centro e a Santa Margherita senza servirsi dei bus navetta.

Resta aperto il problema degli autobus che escono al casello di Recco e raggiungono il Tigullio occidentale attraverso Ruta e San Lorenzo della Costa e che gli abitanti del Golfo Paradiso non vedono di buon occhio.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: