Sestri: “Salvaguardare il decoro urbano e l’immagine”

Da Marco Conti (Riprenditi Sestri-Sestri Popolare) riceviamo e pubblichiamo

Salvaguardare il decoro urbano e l’immagine della città, basta circolare nelle vie centrali in costume a torso nudo. Sestri Levante segua gli esempi di Rapallo e Moneglia. Presentata interpellanza in Consiglio Comunale

Nelle zone di maggior flusso turistico, si verificano frequentemente comportamenti che vengono avvertiti dalla generalità delle persone come contrari al decoro ed alla decenza tipici del normale convivere civile, come ad esempio circolare in costume da bagno, a torso nudo o scalzi.
E’ una tematica sentita, che mi è stata sollecitata ancora in questo fine settimana, girando in città. Credo che per la particolare conformazione del nostro territorio, con le spiagge a ridosso del centro storico, ci sia un po’ la tendenza di certe persone a rimanere in tenuta balneare.
Rapallo e Moneglia hanno già emanato ordinanze e provveduto a modificare i propri regolamenti di Polizia Urbana e pertanto è mia convinzione che anche Sestri Levante debba adottare una disposizione simile. Non è un’iniziativa che mi sto inventando adesso: Riccione, Sorrento, Milano Marittima e Vietri sul mare, ad esempio, già da alcuni anni hanno detto BASTA a questi comportamenti.
Credo che sia opportuno un minimo di decoro, trovare persone a torso nudo nei negozi o a passeggio non è il massimo. Basta mettersi una maglietta!
Pertanto ho ritenuto necessario e urgente presentare un’interpellanza in Consiglio Comunale affinché sia emanata al più presto un’ordinanza volta a vietare alle persone maggiorenni di circolare e/o sostare a torso nudo o in costume da bagno nelle vie del centro cittadino e, contestualmente, procedere ad modificare il Regolamento di Polizia Urbana con una integrazione all’art. 3, lettera R.