Rapallo: presentata la campagna promozionale #Orgoglio

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Partire da un’icona, un elemento simbolico che abbiamo nel cuore, che ci appassiona, che fa parte della nostra città; fare in modo che le persone, attorno a quell’icona, vivano un’esperienza straordinaria; e far sì che le stesse persone desiderino partecipare a quell’esperienza condividendo le emozioni che essa ha suscitato tramite i social network.

È il presupposto su cui si fonda la campagna promozionale #OrgoglioRapallo, presentata ieri sera nella sala consiliare del municipio. A illustrarne i dettagli l’ideatore Marco Pogliani, esperto di comunicazione, “mente” del Red Carpet da guinnes dei primati che l’anno scorso ha conquistato la ribalta mediatica internazionale.

Per Rapallo, l’icona è il Santuario di N.S. di Montallegro, fulcro della storia, delle tradizioni, della vita della città. L’intento è quello di valorizzare il sito con un grande progetto promozionale, che renda il Santuario, la Funivia – unica in Liguria e tra le più antiche in Italia – che ad esso conduce e la storica Mulattiera che sale fino al luogo dell’Apparizione mariana del 2 luglio 1557.

“Un’iniziativa importante, che l’amministrazione comunale ha sposato convintamente di concerto con la proposta coordinata dalla Regione Liguria, che coinvolge tutto il territorio regionale, sviluppandola per promuovere al meglio la nostra città e in particolare il Santuario di Montallegro – ha sottolineato il presidente del consiglio comunale, Mentore Campodonico, nel fare gli onori di casa – #OrgoglioRapallo racchiude tutta la fierezza della nostra storia, delle nostre radici, delle bellezze paesaggistiche e ambientali. Lo scopo è far conoscere quello che è il nostro motivo di orgoglio di più e meglio. Per farlo, auspichiamo in un coinvolgimento proficuo e costante da parte delle associazioni cittadine”.

Il Santuario, la Funivia, la Mulattiera, luoghi simbolici per i rapallini, sono invece meno conosciuti agli occhi degli ospiti: “Lo dicono le analisi di mercato, ed è davvero un peccato, perché il Santuario di Montallegro è un luogo favoloso – aggiunge il sindaco Carlo Bagnasco – Un “tesoro nascosto” che va senza dubbio valorizzato. Per questo abbiamo pensato ad una grande campagna promozionale». Qui, l’appello a cittadini, commercianti, realtà associative: «Per far sì che la campagna funzioni – prosegue il primo cittadino – è fondamentale crederci: protagonista è tutta la città e ognuno di noi può fare la sua parte con iniziative personali che facciano capo all’hashtag #orgogliorapallo”.

Un progetto che, come ha spiegato Marco Pogliani ai numerosi rappresentanti dell’amministrazione comunale, del rettore del Santuario di Montallegro don Gianluca Trovato e delle associazioni cittadine presenti in sala consiliare, si sviluppa con una logica che porta a una concatenazione di simboli. Prima di tutto, segnalare la presenza del Santuario: lo si farà installando a Montallegro un pallone aerostatico, visibile anche di notte. Per raggiungere il Santuario, bisogna salire. Ed ecco allora l’attrazione senza dubbio più attesa: la mongolfiera che verrà posizionata all’interno del campo Macera e si solleverà – dalle 21 alle 24 – facendo godere ai fruitori un panorama unico sul Golfo del Tigullio e una vista altrettanto suggestiva sul Santuario. L’abbraccio della Madonna a pellegrini, turisti, visitatori sarà simboleggiato dal Suo manto azzurro, che sarà rappresentato da un nastro lungo la Mulattiera per un effetto che già si preannuncia di grande impatto scenografico. Non mancheranno iniziative per i più piccini, legate alle storie che si celano dietro alle centinaia di ex-voto – su tutti, il coccodrillo – custoditi nel Santuario. Notevole il valore aggiunto che verrà dalla presenza di ospiti illustri, che affronteranno il tema della presenza della Madonna nella vita delle persone da punti di vista diversi: filosofico (con Massimo Cacciari, il 12 luglio), artistico (con Vittorio Sgarbi, il 29 luglio) e di fede ed esperienza personale (con Giacomo Poretti del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, il 30 luglio). Lo faranno nel contesto di un “teatro all’aperto” d’eccezione: la scalinata che conduce al piazzale del Santuario di Montallegro, che si trasformerà in platea per il pubblico mentre i relatori parleranno ai piedi della scalinata stessa. Il progetto si svilupperà nel mese di luglio, una volta concluse le Feste di Luglio con la tradizionale cerimonia dello Scioglimento del Voto.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: