Levanto: dopo il restauro è tornata la statua lignea di Sant’Andrea

di Guido Ghersi

Finalmente dopo ben tre mesi di restauro, la scorsa domenica la statua di Sant’Andrea Apostolo è ritornata nella sua omonima parrocchiale di Levanto. La scultura lignea di 2 ml, di altezza, è ritornata da Ortisei ed è stata nuovamente accolta in chiesa e collocata sull’altare destro, con una cerimonia religiosa alla presenza di molti fedeli levantesi.

La statua, realizzata nel lontano 1954 ad Ortisei dal celebre “Laboratorio Ferdinand Perathoner”, è stata sottoposta ad una imponente opera di restauro. Infatti la statua, in legno di cirmolo, è rimasta nel suddetto laboratorio del Trentino, attivo da ben quattro generazioni. Nella statua, durante questo mezzo secolo, si erano aperte alcune crepe e il legno, in diversi punti, risultava consumato dall’usura del tempo.

Per fortuna ad interessarsi del restauro un gruppo di una cinquantina di persone che si occupano di volontariato in vari settori e che vanno sotto il nome dei “Hop lovers”, ossia “Amanti del luppolo”, che, degustando birre artigianali, durante l’anno organizzano diverse giornate di assaggio di varie birre con l’obiettivo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza.