Rapallo: “La saga dei depuratori e i veri ambientalisti”

Da Pierluigi Biagioni  (Verdi Liguria area Tigullio) e Angelo Spanò  (co-portavoce metropolitano Verdi Liguria) riceviamo e pubblichiamo

Leggiamo, con malcelata rabbia e/o rassegnazione, di tutte le diatribe , accuse, difese, invenzioni verbali, e , chi più ne ha più ne metta, circa la depurazione con la quale , come Verdi ambientalisti, ci siamo gettati con progetti, consigli e ripetute assemblee e riunioni, per dare al golfo del Tigullio, una onorevole depurazione che da sempre vedeva terminali delle acque reflue, scaricare direttamente in mare ! dal 1999/2000 la UE  ( quella tanto vituperata Europa ) dettò le norme per impianti di depurazione lontano dal mare, con recupero delle acque depurate ad usi diversi, recupero di humus ad uso agricolo od industriale, recupero di bio gas ad uso energetico, ecc…    Fino al 2004, (  l’attesa di sentire dai vari Comuni del comprensorio , un qualche interesse per la materia ) quando un ex tecnico dell’Italimpianti, esperto in depurazione, ci contattò per un progetto che vedeva assemblati tutti i terminali comunali del Tigullio, parallelamente alla costa, per poi confluire in una doppia tubazione, davanti alla foce del fiume Entella, verso la vallata della Valfontanabuona !

Sposammo il progetto, dandolo in pasto alla stampa ed a tutte le amministrazioni succedute da allora ad oggi !  Tanta carta, tante parole,
tanta levata di scudi, da ogni parte, mentre i sottoscritti, sempre pazienti e con i tecnici suggeritori a spronarci senza sosta, ad indicare, siti diversi , in ogni Comune o contrada, trovando sempre dinieghi e proteste, come fossimo un circo con animali , arrivando ad oggi, Giugno 2018, senza aver trovato un posto dove costruire una delle più più importanti infrastutture moderne !

Ora, continuiamo a leggere parole che sembrano barzellette, ovvero che gli scarichi fognari , nel nostro caso a Rapallo ma anche in altri Comuni, provengono dalle case e non da impianti artigianali od industriali !!!  non lo avremmo mai immaginato !!   Ricordo ( e lo dico al singolare, in quanto ero e sono solo, per mia fortuna , non volendo coinvolgere cittadini benpensanti e schivi ) quante segnalazioni, fotografie e denunce varie, fin dal 1990 !!!

Orbene, specialmente a Rapallo, sussistono tutt’ora,  almeno 3 scarichi lungo il corso del torrente Boate, segnalati ed agli atti ! ripeto , dal 1990, per
quanto di mia conoscenza e segnalazione ! In ultimo, ma provvisoriamente, è ovvio, vorremmo ricordare che ai tempi della campagna elettorale, vinta dall’attuale sindaco Carlo Bagnasco, i Verdi ambientalisti/animalisti/illusionisti, dopo la scelta improvvida, di altri politici,  di destinare la depurazione rapallina nell’attuale sito della località Ronco (per il vecchio PUC area verde ), concordammo, casualmente, con l’attuale vicesindaco Brigati , di scegliere eventualmente , come sito alternativo, una cava della località San Pietro in Rapallo ! località scelta anche da Iren, ma allora scartata dai politici in quanto troppo onerosa nella spesa !!! I media dovrebbero ricordarsi non solo dei giallo verdi “stinti”, che vanno tanto di moda, ma soprattutto dei Verdi, quelli originali !!!!!