Sestri: “Più differenziata e meno Tari”

Dal Comitato elettorale del candidato sindaco Valentina Ghio riceviamo e pubblichiamo

Valentina Ghio, candidata sindaco di Sestri Levante questa mattina ha tenuto una conferenza presso il palazzo del Comune per rendicontare i grandi risultati, ancora migliorati, della raccolta differenziata.

Valentina Ghio ha portato avanti la strategia Rifiuti Zero che ha avuto tra gli elementi portanti una trasformazione generale della gestione dei rifiuti, una crescita della raccolta differenziata, la chiusura della discarica Ca’ da Matta, l’introduzione del nuovo sistema di raccolta, l’innovazione dei servici del Centro di Riuso e l’introduzione di percorsi di educazione ambientale.

“Essere il primo medio/grande Comune della Liguria con il 76,6% di raccolta differenziata è un primato d’eccellenza da mantenere e superare”, così Valentina Ghio vuole proseguire nel prossimo mandato da Sindaco di Sestri Levante, proponendo un osservatorio ambientale integrato che coinvolga i vari portatori di interesse ed enti competenti in base ai vari comparti ambientali, continuando a mantenere e superare il primato di raccolta differenziata, continuando a far diminuire la Tari, dando più forza al centro riuso e rafforzando l’informazione e la sensibilizzazione In questi cinque anni, la direzione intrapresa da Valentina Ghio sulla sostenibilità è stata chiara: no al consumo di suolo, raddoppio del verde pubblico, difesa e prevenzione del territorio.

“I parchi di Sestri Levante sono passati da 32mila mq nel 2013 a 76mila mq nel 2018, più del doppio rispetto a prima. La rete dei parchi e del verde pubblico è stato un obiettivo centrale in tema di interventi urbanistici, ambientali, sportivi e di miglioramento complessivo della qualità della vita”, ha detto Valentina Ghio, dichiarando di voler costruire un anello verde che metta in connessione tra loro i parchi della città con percorsi protetti.

“Una crescita sostenibile è un punto essenziale dell’economia del futuro e la Pubblica Amministrazione deve attivarsi in diverse direzioni”, per questo nel programma di Valentina Ghio è compresa la conversione all’elettrico dei mezzi comunali, la riconversione energetica degli edifici pubblici, la semplificazione per chi investe nelle energie pulite e incontri fissi sulla sostenibilità.

Infine, mettendo a rete le eccellenze territoriali come i mercati dei prodotti tipici, gli orti urbani, gli uliveti scolastici, l’olio di oliva si avrà una valorizzazione delle tipicità enogastronomiche e dei prodotti locali.