Maissana: il Comune affitta 40 ettari di pascoli in abbandono

di Guido Ghersi

Il Comune di Maissana in Alta Val di Vara, guidato dal sindaco Egidio Banti, mette all’asta ben 40 ettari di pascolo al fine di contribuire al rilancio dell’allevamento e della locale produzione. Poiché questo terreno è di proprietà e destinato ad “usi civici”, un antico istituto che mira a soddisfare i bisogni della popolazione. I pascoli sono ubicati nel territorio di Casarza Ligure, tra Bocco di Bargone e il Monte Zenone.
Quindi l’Amministrazione Comunale ha deciso di concedergli in affitto per incrementare la produzione di carne e latte biologico nonché la necessità di prevenire il rischio idrogeologico. Il Comune spera di ottenere anche fondi dal Piano di Svilippo Rurale (Psr).
Il contratto di affitto sarà valido per 8 anni, con una base d’asta, solo in rialzo, di 5 mila euro annuo. Le offerte dovranno essere inviate entro mezzogiorno di martedì 12 giugno, mentre il giorno dopo, la Commissione di Gara, definirà l’aggiudicazione. Non è la prima volta che questo Comune approva una tale delibera: infatti esattamente lo scorso anno aveva messo a disposizione altri 100 ettari di pascoli, tramite bando aggiudicato ad una azienda della Valle del Biologico con una stalla da oltre 80 capi e che sostiene la produzione di latte locale certificato bio.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: