Chiavari: così Giulio Regeni al Festival della Parola

Da Andrea lavarello, Comitato Verità per Giulio Regeni riceviamo e pubblichiamo

Quest’ anno il tema del festival della parola sarà “Dall’ agorà dell’ antica Grecia alla piazza virtuale della rete”e, visto quanto ha significato la piazza, come comunità e luogo fondamentale per non spegnere l’ attenzione sulla tragica morte di Giulio Regeni, la nostra associazione ha ritenuto significativo avere un punto di incontro per raccogliere  #UnaParolaPerGiulio, chi verrà a trovarci potrà scrivere su una lavagna gialla un pensiero, un ricordo su Giulio, per non dimenticare.
Chi vorrà potrà anche lasciare il proprio nome per aderire allo sciopero della fame a staffetta, iniziato da Paola Deffendi, madre di Giulio Regeni il 14 maggio ed al quale la nostra associazione ha aderito. Lo sciopero andrà avanti finché non sarà liberata Amal Fathy, moglie del consulente legale della famiglia Regeni al Cairo Mohamed Lofty direttore dell’ ECRF.
Amal è stata arrestata con l’ accusa di terrorismo per aver scritto un post su Facebbok che manifestava indignazione per le violenze che subiscono le donne in  Egitto.
Il digiuno a staffetta per avere un significato importante deve avere la maggior partecipazione possibile, per cui vi aspettiamo per
#UnaParolaPerGiulio e  #FreeAmalFathy

In via Martiri della Liberazione, saremo a fianco di Radio Aldebaran giovedì 31, venerdì 1 e sabato 2 dalle ore 17,00 alle 17,00.

Ricordo inoltre che per partecipare allo sciopero della fame a staffetta è sempre possibile scrivere il proprio nome e giorno del digiuno sotto il post nella pagina Giulio Siamo Noi, dove sono pubblicate tutte le informazioni sull’ iniziativa.
Chi vuole aderire e non ha un profilo Facebook può inviare una mail al nostro indirizzo: comitatogiulioregenitigullio@g mail.com e provvederemo noi a farlo.
Cordialmente
Andrea Lvarello

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: