Chiavari: “Verità per Giulio Regeni”, sciopero della fame per Amal Fathy

Da Andrea Lavarello, presidente dell’Associazione  “Verità per Giulio Regeni: il Tigullio non dimentica”, riceviamo e pubblichiamo

La nostra associazione ha aderito allo sciopero della fame a staffetta iniziato ieri da Paola Deffendi madre di Giulio Regeni; lo sciopero andrà avanti finché non sarà liberata Amal Fathy, moglie del consulente legale della famiglia Regeni al Cairo Mohamed Lofty direttore dell’Ecrf.
Amal è stata arrestata con l’accusa di terrorismo per aver scritto un post su Facebook che manifestava indignazione per le violenze che subiscono le donne in Egitto.
Per partecipare è necessario scrivere il proprio nome e giorno del digiuno sotto il post nella pagina Giulio Siamo Noi, dove sono pubblicate tutte le informazioni sull’ iniziativa.
Chi vuole aderire e non ha un profilo Facebook può inviare una mail al nostro indirizzo: comitatogiulioregenitigullio@gmail.com e provvederemo noi a farlo.
Una prima calendarizzazione di aderenti socie e soci all’ iniziativa copre dieci giorni a partire da oggi.
Invitiamo i nostro soci e chi in quanto vogliono “Libertà per Amal Fathy” e “Verità per Giulio Regeni” ad aderire.