Rapallo: ecco il nuovo Piano Urbanistico Comunale (1)

Il dottor Federico Marenco, commissario ad acta, ha consegnato all’Amministrazione di Rapallo (con una delibera di adozione) il Piano urbanistico comunale che, ad iter concluso, andrà a sostituire lo strumento urbanistico adottato dall’allora sindaco Mauro Cordano, ben 32 anni fa.  Il piano, costituito da 122 elaborati sembra innanzitutto un  documento rispettoso  della città e del patrimonio esistente; teso a valorizzare il territorio; a non ignorare i punti caldi, senza tuttavia prendere il posto della politica.

Il Puc ha comportato un lavoro coordinato costantemente dal commissario Federico Marenco, in cui sono stati parte attiva gli uffici che in équipe hanno portato avanti  la redazione del piano senza trascurare le normali pratiche di ufficio. Marenco ha voluto ringraziare, uno ad uno, l’ingegnere Giorgio Ottonello; l’architetto Rosaura Sancineto; l’architetto Elisa Zerega; il geometra Stefano Lavoratori; il geometra Marco Forzanini; la dottoressa Irene Fontana; la dottoressa Patrizia Lupino; il geologo Gabriele Stagnaro, la dottoressa Frida Occelli; l’architetto Chiara Onorato; l’architetto Stefania Vernazza. Il piano sarà pubblicato sull’Albo pretorio del Comune; in futuro le pratiche urbanistiche si svolgeranno tra tecnici privati e uffici comunali solo attraverso internet. E’ stato sottolineato come il continuo aggiornamento dela normativa nazionale e regionale abbia ritardato la consegna del documento.

Da sinistra il sindaco Carlo Bagnasco, il commissario ad acta Federico Marenco, il segretario generale Ettore Monzù

Il Puc inizia ora una lunga fase: la pubblicazione dura 60 giorni; 45 i giorni per valutare le eventuali osservazioni presentate da enti e privati; parallelamente il Comune convocherà una sessione istruttoria (una specie di conferenza dei servizi) con Regione, Città metropolitana, Comuni confinanti e Enti interessati per valutare il Puc. La Regione avrà 90 giorni per esaminare il documento finale e altri 90 il Comune per accettare eventuali prescrizioni.

Il logo del Puc disegnato da Elisa Zerega