Recco: fattoria in città e concorso spaventapasseri

L’iniziativa è prevista sabato 28 aprile con il ritorno a Recco, in piazza Gastaldi e nelle via 25 Aprile e Trieste, della “Fattoria in città” che lo scorso anno aveva attirato, grazie anche agli animali presenti, molto interesse. Bisogna parlarne però da subito perché la manifestazione ospiterà un concorso di spaventapasseri che i concorrenti costruiranno, ispirati dalla loro creatività.

Oggi i passeri, come tanti altri animali, non si spaventano più. Ma un tempo in campagna, per tenere lontani gli uccelli dagli orti e dalle coltivazioni in genere,  venivano costruiti gli spaventapasseri. Bastava piantare verticalmente un bastone in terra, legare quasi alla sommità un bastone perpendicolare al primo che simulasse le braccia; “vestire” i bastoni con una vecchia giacca, mettere un cappellaccio sulla sommità del bastone verticale e il gioco era fatto. Poi, a sostituirli, sono arrivati gli antiestetici sacchetti di plastica colorati mossi dal vento; ma gli uccelli non ci cascano più.

A far rivivere gli spaventapasseri, ci aveva provato negli anni Novanta un Comitato a Verzi di Lorsica, in Fontanabuona. Ora ci riprovano gli organizzatori della ‘Fattoria in città’ e sarà anche questo un modo per spiegare ai ragazzi il mondo dei nonni.

L’iscrizione al concorso è gratuita; gli spaventapasseri potranno essere di varie dimensioni, di diversi materiali di recupero, avere un cartellino identificativo ed essere descritti o raccontati attraverso  foto o disegni e consegnati entro le 10 del 28 aprile al bar Masone di piazza Gastaldi.

Iscrizione gratuita entro il 20 aprile telefono 0185 76087; e-mail piazzagastaldirecco@libero.it

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: