Sori: “Ordinanza animali, nulla da spartire con Savona”

Da Ilaria Bozzo, assessore a Comunicazione, Partecipazione e Trasparenza al Comune di Sori, riceviamo e pubblichiamo

Scrivo in merito ad un articolo uscito da diversi media online rispetto all’ordinanza sindacale sulle nuove misure rivolte ai possessori di animali domestici (cani).

So che il pezzo deriva da un lancio Ansa http://www.ansa.it/liguria/notizie/2018/03/19/sori-come-savona-da-lavare-pipi-cani_547a10a4-7da8-4a1c-af5a-ebad193b2ef9.html (che abbiamo appena sentito per la rettifica) ma l’accostamento fra Sori e Savona risulta critico: i lettori con facilità hanno subito fatto un’associazione di idee fra Sori e la più restrittiva e nota ordinanza emanata da Savona e derisa da tutta Italia.

L’articolo condiviso sui social ha generato una confusione e sta diventando difficile per noi spiegarne il vero contenuto. In realtà l’ordinanza, come scritto e rappresentato dalla foto, sulla nostra pagina facebook, intende promuovere un atteggiamento positivo sul benessere dell’animale domestico.

L’ordinanza infatti emana un’assunzione positiva rispetto ai cani e ai padroni, ovvero la novità di poter accedere in una porzione di spiaggia, cosa che prima era vietata. Per la “pipì” si fa riferimento ai Comuni limitrofi come Bogliasco che ha attuato il sistema qualche mese fa.