Camogli: “India del sud”, reportage di Renzo Garrone

Dall’Associazione Cultrale “L’Ochin” riceviamo e pubblichiamo

L’Ochin invita a Camogli, il 18 marzo dalle 17.00 al Cenobio dei Dogi. Ingresso libero e gratuito. “India del sud. Templi campagne e lagune, ambiente sviluppo ed istruzione nel subcontinente più dolce”. Per la serie Asiawatch, un reportage di Renzo Garrone dal Kerala.

Gli stati dell’India del sud, a 70 anni dall’indipendenza del 1947 in poi, hanno fatto molti passi in avanti. Nell’istruzione, nei diritti delle donne, nella situazione sanitaria, nello “sviluppo” inteso come miglioramento delle condizioni di vita della popolazione. In India si vive molto meglio intorno a Bangalore, intorno a Chennai o in Kerala, di quanto non accada in centri del nord evocativi come Varanasi, Agra, Delhi, o nel Rajasthan. Lo dicono i dati, lo dicono insigni ricercatori, lo dice l’esperienza diretta di chi, come Renzo Garrone, torna in India praticamente ogni anno fin dal 1976. A Camogli, il 18 marzo dalle 17.00 al Cenobio dei Dogi, Garrone presenta il ritratto di una porzione del grande paese, fantastico ma anche aspramente contraddittorio. Toccando alcuni aspetti-chiave della storia, delle religioni, dell’economia, il reportage descrive anche il ruolo della società civile nella “più grande democrazia del mondo”.

Renzo Garrone è scrittore, viaggiatore e presidente di Ram, associazione culturale che si occupa essenzialmente di Asia. Sull’India ha realizzato reportage e guide a partire dai primi anni ’90.