Atp: nuovo terminal, anche maggiore sicurezza (2)

Dall’ufficio stampa di Atp esercizio riceviamo e pubblichiamo

Atp Esercizio, su mandato della Città Metropolitana, ha portato a termine il progetto che porterà alla nascita del primo Terminal Terrestre dei bus, che è stato previsto in viale Caviglia, permettendo a tutti i passeggeri delle corriere di ritrovarsi con un unico capolinea nel centro di Genova,
ma anche di avere a disposizione la possibilità di cambiare vettore e trovarsi a pochi metri la stazione ferroviaria di Genova Brignole, i capolinea e le fermate di molti mezzi urbani Amt, la principale stazione di sosta dei taxi, il Volabus.
E’ da qui che partiranno e arriveranno tutte le principali linee extraurbane che fanno parte dell’offerta di Atp.  «Il nostro scopo è dare finalmente un servizio adeguato a tutti i nostri clienti, puntando sulla creazione di un unico capolinea, dove le persone potranno arrivare e partite con la possibilità di avere a disposizione partenze per tutta la provincia di Genova, ma anche a due passi il treno, i mezzi urbani e i taxi. E’ l’uovo di Colombo, ma fino a oggi non era stato possibile concretizzare quello che è prima di tutto un progetto di buon senso.


Grazie alla piena sintonia con Città Metropolitana e Comune di Genova, l’obiettivo verrà raggiunto » – dicono Enzo Sivori, presidente di Atp Esercizio, e Andrea Geminiani direttore amministrativo di Atp Esercizio.
Nel caso specifico, tra l’altro,  la creazione del Terminal dedicato alle corriere è importante dal punto di vista della sicurezza, come spiega  il consigliere delegato ai trasporti della Città Metropolitana, Claudio Garbarino: «Oggi il capolinea di viale Caviglia funziona in commistione con alcuni parcheggi libero per moto e motocicli. Si tratta di una situazione che rappresenta un potenziale pericolo, come si può ben immaginare».
Con una rete di 1465 chilometri di strade urbane, ordinarie, rurali e autostrade, 159 linee, 263 bus in servizio, 85 Comuni serviti per una popolazione di circa 854.000 abitanti, Atp Esercizio rappresenta ormai un punto di riferimento fondamentale per il trasporto pubblico. Il Terminal terrestre di viale Caviglia sarà organizzato e regolamentato in modo che l’intera area sia a completa disposizione dei viaggiatori: le corriere sosteranno nelle varie fermate segnalate da apposite paline informative
con orari e coincidenze. I mezzi entreranno da viale Thaon di Revel o da via Cadorna, a seconda delle linee. Nell’area del terminal, che sarà intitolato a Remigio Zaninetta, compianto dirigente della vecchia azienda di trasporto,  verrà anche creato un locale di servizio.

L’area sarà illuminata nelle ore notturne e questo consentirà anche di migliorare la sicurezza nella zona dei Giardini Brignole. I parcheggi per i motocicli attualmente disegnati in via Caviglia saranno spostati in piazza della Vittoria e non si perderà neppure uno stallo per le moto; anzi è probabile che i posteggi a disposizione possano essere più di quelli che si andranno a togliere da viale Caviglia. Per quanto riguarda il terminal, i passeggeri troveranno i poco spazio le corriere per tutte le linee principali; avranno pannelli informativi a disposizione, comode sedute per l’attesa e appunto la possibilità di interscambio con ogni vettore.

 

?????????????

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: