Chiavari: 5^ edizione del “Festival della Parola” (2)

di Giuseppe Valle

In sintonia con la precedente Amministrazione, quella attuale ha annunciato con lodevole anticipo i quattro giorni del “Festival della Parola” che si svolgerà da giovedì 31 maggio a domenica 3 giugno. Senza dimenticare l’deatrice dell’evento: Helena Molinari.

La parola d’ordine è “Agorà”, piazza. È previsto infatti un excursus storico dalla piazza della Grecia antica a quella virtuale di oggi.

Il sindaco Marco di Capua, gli assessori Gianluca Ratto, Fiammetta Maggio e il vicesindaco Silvia Stanig hanno spiegato che si aspettano un aumento rispetto alle 10.000 presenze registrate l’anno scorso, specialmente per la notorietà e lo spessore dei personaggi che saranno al centro dell’attenzione: Giorgio gaber, Michelangelo Antonioni ed Elena Bono. I legami dei tre con Chiavari non sono completamente evidenti e molte sorprese ci riserveranno gli ospiti che racconteranno le loro vicende, da Enrica Fico, vedova di Antonioni, a – forse – Ombretta Colli.

Le locations sono particolarmente coraggiose: una tensostruttura trasparente (la Casa di cristallo) da 600 posti con maxi ledwall in piazza Nostra Signora dell’Orto e il giardino botanico di Villa Rocca.

Silvia Stanig e Gianluca Ratto

Due eventi legati alla nostra stori sono inseriti nel programma : il ricordo dei 50 anni del mitico Sessantotto e la festa della Repubblica il 2 giugno.

Le scuole chiavaresi saranno direttamente coinvolte, anche per fornire guide ai luoghi più significativi della nostra città. Ai giovani studenti sarà offerta la possibilità di fornire un aiuto concreto alla riuscita della manifestazione e l’opportunità di conoscere persone di alta levatura, viventi e non.

I partners sono molti: Rai, Il Secolo XIX, Civ, Asco, Associazione Albergatori.

Come ha illustrato Enrica Corsi, responsabile di produzione, il festival di quest’anno si avvale di un parterre ricco e in parte ancora segreto.

Enrica Corsi

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: