Chiavari: la Regione firma accordo sindacale sul turismo (1)

di Giuseppe Valle

Il sindacato CISL ha reso noto questa mattina l’accordo stipulato fra Regione e parti sociali sul tema del turismo.

Tale accordo prevede sgravi contributivi per le aziende che si muovono nella direzione di destagionalizzare l’attività, con due tipi di contratti: a tempo indeterminato (con un minimo di 24 ore settimanali) e a tempo dterminato ( per 8 mesi, sempre a 24 ore settimanali).Gli incentivi ammontano a 6000 euro per la prima tipologia e 3000 per la seconda.

Altri sgravi, pare cumulabili, per chi assume soggetti disabili, per i datori di lavoro iscritti al REI (Reddito di Inclusione) e per accordi sindacali finalizzati all’incremento dell’attività. A tal fine la Regione ha stanziato  3 milioni di euro.

Saranno quindi attivati dei corsi di formazione, concordati con l’Accademia del Turismo.

 

Rimane urgente la necessità di combattere la concorrenza sleale (affitti e ristorazione in nero), concordare con i Comuni l’utilizzo dei fondi derivati dalla tassa di soggiorno. Altri punti qualificanti sono il miglioramento delle reti stradali, il potenziamento delle reti telematiche, la depurazione delle acque. Si pensa alla creazione di un Centro comprensoriale polivalente che possa garantire lo svolgimento di eventi congressuali, sportivi e culturali.

Viene denuncito un certo immobilismo delle amministrazioni comunali, anche su temi davvero urgenti (depuratore comprensoriale, utilizzo dell’ex Tribunale di Chiavari, la chiusura di alberghi nel Tigullio e Golfo Paradiso).

La politica di non scegliere non ha dato e non darà risultati positivi.