Chiavari – Camogli: fondi al teatro della Gioventù

A Chiavari il teatro Cantero è chiuso per inagibilità e non esiste neppure un progetto noto per riaprirlo al pubblico; a Camogli si spera in continui aiuti pubblici senza neppure mettere in discussione la gestione deficitaria. Oggi in sede di Consiglio regionale si è discusso di Carlo Felice e Teatro della Gioventù, di via Cesare a Genova. E’ giusto tenersi informati della situazione generale dei teatri liguri e della necessità di farli funzionare anche nel capoluogo.

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo

Giovanni Battista Pastorino (Rete a Sinistra&liberaMente Liguria) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dal collega di gruppo Francesco Battistini, in cui ha chiesto alla giunta di conoscere gli atti compiuti dalla dirigenza del Carlo Felice per la valorizzazione  del teatro e se, ad oltre un anno dal conferimento, sia stato predisposto un programma di spettacoli con l’utilizzo del Teatro della Gioventù. Il consigliere ha ricordato che con una delibera regionale il 15 luglio 2016 è stato conferito alla Fondazione Carlo Felice il Teatro della Gioventù” per una crescita culturale della collettività amministrata.

L’assessore alla cultura Ilaria Cavo ha ricostruito nel dettaglio la vicenda : la consegna delle chiavi del teatro da parte della precedente compagnia risale all’ottobre scorso. Cavo ha spiegato che occorrono interventi di messa a norma prima di individuare forme di gestione e che sono già pervenuti progetti di collaborazione e gestione. Obbiettivo della Fondazione Carlo Felice  – ha aggiunto – è di riaprire l’attività in primavera con piccoli eventi e di pervenire ad una gestione in proprio o in collaborazione con terzi dalla seconda metà del 2018. Il teatro, dunque, potrà essere riaperto nella seconda decade di aprile.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: