‘Santa’: ricordato in Regione il poeta Camillo Sbarbaro

Dalla Regione Liguria riceviamo e pubblichiamo

“Non c’è nulla di scollegato tra le nostre iniziative: oggi ricordiamo Sbarbaro, a cinquant’anni dalla sua morte; i suoi echi si avvertono anche in una delle eccellenze liguri i cantautori genovesi, non per caso Gino Paoli ha recentemente ricordato la grandezza dei poeti liguri e l’importanza che hanno avuto su di lui, sia Giorgio Caproni a cui è stato dedicato un tema dell’esame di maturità, sia Camillo Sbarbaro. Segno che esiste un filo conduttore sottile tra le eccellenze della parola della nostra regione”. Così l’assessore regionale alla Cultura e Formazione, Ilaria Cavo è intervenuta questo pomeriggio nella Sala Trasparenza della Regione Liguria per ricordare Camillo Sbarbaro e per fornire, soprattutto alle nuove generazioni, la possibilità di conoscere un poeta che ha attraversato senza clamore, com’era nel suo temperamento, la storia del Novecento.

Un’iniziativa voluta da Regione Liguria in collaborazione con la Fondazione Mario Novaro che ha dedicato a Sbarbaro il quaderno monografico n. 84 de “La Riviera Ligure” e un video.

“Sbarbaro poeta, scrittore, traduttore e botanico, aveva anche fama riconosciuta per le sue qualità di insegnante, amava i giovani – ha detto l’assessore Cavo – ed è stato proprio pensando al suo rapporto con i giovani che è stato realizzato un video che riassume la sua personalità e che verrà messo sul sito di Regine Liguria, a disposizione delle scuole e dei giovani. Il nostro obiettivo è quello di creare un filo conduttore tra tutte le nostre iniziative che vogliono valorizzare la parte culturale della nostra regione e diffondere la sua conoscenza e il suo valore presso il pubblico delle giovani generazioni”.

Nel corso dell’omaggio, oltre all’assessore Cavo che ha introdotto l’evento, è intervenuto anche Davide Puccini, studioso di Camillo Sbarbaro e Massimo Sannelli che ha letto alcune sue poesie.