Chiavari: l’amministrazione comunale e gli appalti di Levaggi

di Giuseppe Valle

L’amministrazione del sindaco Di Capua prende le distanze dalle scelte operate da Levaggi in merito agli appalti e alla gestione delle alghe e dell’umido. In particolare, per tutelare gli interessi dei cittadini, il Comune prende in considerazione la possibilità di procedere all’eventuale riassegnazione degli appalti.

Verrà dato incarico all’avvocato penalista Alberto Caselli Lapeschi affinché venga richiesto l’accesso al fascicolo penale del procedimento alla Procura della Repubblica, per esercitare l’azione disciplinare prevista.

Nel caso di rinvio a giudizio si valuterà – sulla base degli atti – la costituzione di parte civile e il risarcimento dei danni.

Intanto è stato disposto il trasferimento dei dipendenti indagati, sia a garanzia dell’ente sia per ragioni di carattere riorganizzativo generale.

In particolare il dirigente dei LL.PP. Fulvio Figone è già stato trasferito e il è ora gestito da Luca Mario Bonardi. Il funzionario Roberto Picasso verrà assegnato ad altro ufficio, senza incarichi di gestione diretta di appalti o gare pubbliche e gli sarà revocato il compenso di alta professionalità (circa 10.000 euro lordi annui); analogamente Mirko Cartero verrà assegnato ad altri incarichi.

Verrà sporta denuncia nei confronti delle ditte Maserati di Piacenza e Ferrania Ecologia di Cairo Montenotte: il Comune aveva conferito l’umido alla Maserati con una serie di appalti, spendendo 72 euro a tonnellata smaltita; successivamente i prezzi sono lievitati fino agli attuali 89 euro a tonnellata.

Anche per quanto concerne le isole ecologiche (erano 5 ora sono 4 ma costano più di prima) si procederà agli accertamenti del caso.

L’aumento dei costi (circa 500.000 euro) ha inciso nell’anno 2015 per il 6/7% in più sulla tariffa rifiuti.

Il sindaco promette che per i prossimi appalti ci sarà la massima trasparenza, evitando i cartelli che si spartiscono le competenze.

Sarà aggiornato il Catasto e la distribuzione dei numeri civici.

Attualmente è vacante la sede del Segretario Comunale ( facente funzioni Giorgio Serpagli) che non può rimanere tale  oltre i 110 giorni: da ieri sono aperte le procedure per l’assegnazione.