Camogli: il monastero di San Prospero ha celebrato il Patrono

Oggi a Camogli solenne celebrazione di San Prospero nell’omonima località e nell’omonimo convento. SanProspero fa parte della vita camogliese: moltissimi portano il suo nome, così come tanti velieri lo portarono a cavallo tra Otto e Novecento. Stamane la messa solenne presieduta dal giovane vescovo ausiliare di Genova monsignor Nicolò Anselmi che, al suo arrivo, ha ricevuto il benvenuto dall’assessore Italo Mannucci; da una suora arrivata da poco nella comunità delle missionarie francscane di Sant’Anna; da Carlo Mortola padre di un seminarista (“Un dono alla Chiesa” gli ha detto il prelato); dai frati benedettini olivetani.

Ha accompagnato la messa la cantoria del monastero diretta dal priore dom Marco Beda Pucci. La messa è stata concelebrata da dom Romualdo Costanzo Scaglia che ha ricordato i suoi 60 anni di ordinazione sacerdotale. Il rito è stato accompagnato dalla Cantoria del monastero diretta dal priore, dom Marco Beda Pucci.

Presente una folta rappresentanza della Confraternita del Boschetto, l’assessore Italo Mannucci per l’amministrazione comunale; il comandante della stazione carabinieri Matteo Torri e quello della locale capitaneria di porto Marcello Mastore.

 

mega