Riomaggiore: primo Comune a beneficiare dell’incentivo per eliminare l’amianto

di Guido Ghersi

Il Parco nazionale delle Cinque Terre ha stanziato i primi incentivi per rimuovere le coperture in amianto nei tre Comuni della zona. In proposito il Comune di Riomaggiore ha già approvato il regolamento sull’erogazione dei contributi, per eliminare e smaltire i materiali contenenti amianto sul territorio comunale. Suul’esempio di Riomaggiore, a breve seguiranno anche i Comuni diVernazza e Monterosso. Alle Cinque Terre, purtroppo, esistono ancora edifici con porzioni di coperture in amianto, pertanto il Parco, al momento, ha stanziato 10 mila euro per il Comune di Riomaggiotre che fornirà un sostegno economico in più ai privati e alle aziende, che dall’inizio di quest’anno, possono contare già sul contributo dello Stato.

Per il momento a Riomaggiore ci sono  solo una decina di richieste per un totale di oltre 7 mila euro, mentre il Comune ha deciso di mettere a disposizione un contributo di 1.000 euro a fondo perduto ad unità famigliari, per lo smaltimento amianto. I privati possono accedere anche ad incentivi fiscali statali per le ristrutturazioni delle case ed ottenere le detrazioni fiscali per la bonifica dell’amianto. L’importo della detrazione è pari al 50% delle spese sostenute fino ad un ammontare di 96 mila euro.

Intanto a Vernazza, in attesa di quanto sopra, il Comune sta lavorando per finanziare la riqualificazione delle facciate prospicoente il porticciolo.