Rapallo: terremotati, la destinazione dei fondi raccolti (35.700 euro)

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

24 agosto 2016: violente scosse di terremoto causano vittime, crolli e devastazione nei territori del Centro Italia, segnandone per sempre la storia e la vita di numerosi centri abitati ed intere comunità. A un anno di distanza da quei fatti tragici, molto è ancora da fare per affrontare la situazione di emergenza per poi iniziare il processo di ricostruzione.

Il Comune di Rapallo, da sempre votato alla solidarietà (ne sono prova le numerose associazioni di volontariato con sede in città) si è da subito prodigato per offrire un sostegno concreto, istituendo appositamente un conto corrente presso Banca Carige (c.c. numero 417780 – IBAN: IT55X0617532119000000417780) per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite dal sisma e organizzando, assieme a diverse realtà associative e commerciali locali, un’iniziativa conviviale – “Amatriciamoci – Insieme per Amatrice” – che lo scorso 2 ottobre ha consentito di raccogliere fondi, a loro volta convogliati nel conto corrente indicato.

Ad oggi, la somma raccolta ammonta a circa 35.700 euro.

«La giunta comunale ha dato mandato agli uffici competenti di avviare le procedure necessarie per erogare le somme depositate sul conto corrente in base alle indicazioni del Comitato Raccolta Fondi – sottolinea Pier Giorgio Brigati, vicesindaco con delega a Servizi Sociali e Volontariato – Una volta ottemperate le procedure burocratiche, gli oboli verranno così suddivisi: 25mila euro quale contributo all’associazione “Verità per Giulio Regeni – Il Tigullio non dimentica”, che provvederà a devolvere la cifra al Comune di Arquata del Tronto; 5000 euro verranno invece destinati all’associazione rapallese “Aiutateci ad Aiutare” (i cui volontari si sono già recati due volte nelle zone terremotate) per l’acquisto di tessere a scalare che serviranno a comprare generi di prima necessità da distribuire alle persone che vivono nelle zone colpite dal sisma; e ancora, altri 5000 euro andranno all’Associazione Alpini per la realizzazione di una grande area destinata all’emergenza per la città de L’Aquila, in particolare la frazione di Paganica».

Una delle strutture che sorgeranno in quell’area si chiamerà “Casa Rapallo” e verrà finanziata, oltre che con i 5000 euro già stanziati, anche tramite la nuova iniziativa che il Comitato Raccolta Fondi sta predisponendo per il prossimo 30 settembre. «Si tratterà di un altro evento conviviale – conclude Brigati – sulla falsariga della manifestazione dello scorso 2 ottobre. Sperando che tanti concittadini e non solo colgano l’occasione per trascorrere una bella giornata in compagnia contribuendo a dare un aiuto a chi cerca di ripartire dopo aver subito la tragedia del terremoto».