‘Santa’: Petrosino – Piras, commosso cambio della guardia (1)

Testo e foto di Consuelo Pallavicini

Il vento ad attenuare il calore del sole. Al molo Cagni, a Santa Margherita Ligure, si è svolta la cerimonia del cambio della guardia tra i tenenti di vascello Elisa Petrosino, comandante che lascia il Circomare per andare ad insegnare alla scuola sottufficiali della Maddalena e Antonello Piras  che le subentra, proveniente dal comando generale delle Capitanerie. A presiedere la cerimonia il comandante in seconda della Capitaneria di Genova Luigi Pascale.

Elisa Petrosino, Luigi Pascale , Antonello Piras

Una cerimonia scandita dall’inno della Marina e da quello Nazionale, dal tradizionale scambio di consegne tra i due ufficiali sul tappeto rosso, con il caratteristico saluto effettuato con lo spadino; il picchetto d’onore; la bandiera tricolore che sventola mossa dal vento. Come generalmente avviene, anche a chi per professione è abituato a frequenti trasferimenti di sede, la cerimonia del  cambio di guardia, comunque simbolo di distacco e partenza (oltreché di arrivo), è pervaso da un velato senso di commozione.

Elisa Petrosimo, la voce incrinata, ha ricordato di essersi profusa senza risparmio di capacità professionali e umane. Ha ringraziato l’associazione Nazionale Marinai di Biella, sua città natale, per esserle stata sempre vicina; ha ringraziato papà, mamma, il fratello Francesco suo punto di riferimento, il marito Alessandro, i figli Giulio e Bruno; i sindaci del Tigullio cui ha ricordato che fare squadra è la loro forza; al personale ha detto che nulla è acquisito e che il prestigio del proprio ruolo occorre conquistarlo giorno dopo giorno. Ha salutato Alessandro Sanna, il comandante del locamare di Riva Trigoso gettatosi in mare per salvare un ragazzo e che per questo gesto generoso è finito all’ospedale. Ha ricordato, infine, le parole di Vittorio G Rossi sulla bellezza del Tigullio in cui Dio stesso si è impegnato. Lo stesso nuovo comandante Antonello Piras ha descritto la sua nuova destinazione come magica e tradizionale. Da oggi inizierà a dirigere il Circomare: 40 chilometri di costa; 6 locamare; 7 porti; 62 dipendenti.

Alla cerimonia erano presenti i sindaci di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni, di Sestri Levante Valentina Ghio, di Portofino Matteo Viacava con il vice Giorgio D’Alia, l’assessore Fiammetta Maggio di Chiavari e l’assessore Umberto Amoretti di Rapallo; il presidente dell’Area Marina Protetta di Portofino, Michele Corrado, e ancora rappresentanze di Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia di stato, Vigili del fuoco, Polizia urbana, Polizia carceraria; con i propri labari le Associazioni dei Marinai d’Italia, della Guardia costiera ausiliaria, della Croce Rossa Italiana.