Levanto: Andrea Zorzi in scena con la compagnia “Teatri d’imbarco”

Dall’ufficio stampa del Comune di Levanto riceviamo e pubblichiamo

Sbarca anche a Levanto, nello scenario di piazza Cavour, mercoledì 19 luglio, alle ore 21.30, “La leggenda del pallavolista volante”, una pièce della compagnia “Teatri d’imbarco” che vede protagonista il noto ex atleta azzurro Andrea Zorzi, che è autore del testo con il regista Nicola Zagagli e che divide la scena con Beatrice Visibelli.

Andrea Zorzi, campione della plurivittoriosa nazionale italiana di volley allenata da Julio Velasco, si propone al pubblico teatrale con uno spettacolo davvero unico nel suo genere, che trasforma il palcoscenico in un campo da gioco.

Attraverso la biografia di un fuoriclasse, si dipana un racconto teatrale dove la vicenda personale s’intreccia alla storia e al costume, dove la luminosa carriera di uno sportivo viaggia attraverso la cronaca e le vicende di un intero Paese.

Accanto a lui l’attrice Beatrice Visibelli, che con ironia e divertimento lo guida nel viaggio della sua vita e della sua carriera sportiva, raccontando e incarnando i personaggi che lo hanno accompagnato fin dall’infanzia.

Ne esce un vivido affresco di paesaggi italiani, dalla campagna veneta degli anni settanta fino ai nostri giorni, dai racconti di un’adolescenza complessata alla formazione di uno sportivo e poi di un campione, segnato dalle vittorie e dalle sconfitte del gioco e della vita.

Uno spettacolo per scoprire con leggerezza la filosofia dello sport, il suo insegnamento morale, e per raccontare la fascinazione e il valore della pratica sportiva al di là degli imperativi tecnici, economici e mediatici che troppo spesso oggi tendono a prevalere sul fattore umano.

Per gli spettatori un’occasione per scoprire il rapporto tra la vita e lo sport direttamente raccontato da un protagonista assoluto della scena mondiale del volley.

Per l’amministrazione comunale levantese, che ha inserito lo spettacolo (promosso da “Officine Papage” e “Fondazione Carispezia”) all’interno di una programmazione complessiva teatrale estiva di qualità, l’opportunità di alimentare quel contenitore culturale a cui fa sempre più riferimento il calendario delle manifestazioni.

“Il nostro sforzo nell’allestimento degli eventi è finalizzato a permeare l’offerta complessiva quanto più possibile di spunti culturali, di momenti di riflessione: anche attraverso forme di rappresentazione capaci di veicolare contenuti impegnativi in maniera diretta, immediata e comprensiva al grande pubblico ma che lascino comunque una traccia e un momento di riflessione nelle coscienze – è il commento del sindaco levantese, Ilario Agata – Levanto sta assumendo sempre più convintamene il ruolo di capitale del divertimento all’interno di un vasto comprensorio, ed è conosciuta per il suo territorio, le bellezze storiche ed artistiche, l’enogastronomia tipica e il suo straordinario scenario compreso tra golfo e colline. In questo contesto vogliamo sviluppare un contenitore culturale che “contamini” e metta in sinergia tutti questi aspetti e completi un’offerta turistica variegata e di grande qualità”.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: