Rapallo: vietato girare in costume o scalzi, motivazioni e vie

A Rapallo campagna per il decoro urbano ed ordinanza del sindaco Carlo Bagnasco che vieta di camminare o sostare in alcune strade o in costume da bagno o a torso nudo. Un’ordinanza che colpisce tanto le persone il cui fisico è antiestetico, sia chi ha fisici da concorso di bellezza. L’ordinanza ha validità dall’1 luglio al 30 settembre. Le contravvenzioni sono fissate in 50 euro.

Di seguito le motivazioni dell’ordinanza e le vie in cui sui applica:

“Rilevato che sul territorio comunale, in particolare nelle zone a maggiore flusso turistico, si
verificano frequentemente comportamenti che vengono avvertiti dalla generalità delle persone come contrari al decoro e alla decenza tipici del normale convivere civile, come per esempio circolare in costume da bagno, a torso nudo o scalzi;
Preso atto delle numerose lamentele avanzate al riguardo da cittadini residenti e turisti;
Ritenuto che il perdurare di una simile situazione, oltre a costituire un elemento di disagio per la popolazione residente e per i turisti ospiti possa costituire un oggettivo parametro di valutazione negativa per il livello qualitativo del buon vivere nella nostra città con conseguente ripercussione sull’immagine e sull’offerta turistica proposta”.

“Dato atto, altresì, che è intendimento dell’Amministrazione Comunale integrare il vigente Regolamento di Polizia Urbana così da disciplinare in via generale ed esaustiva le più opportune misure per la tutela della vivibilità del territorio senza sconfinare nella violazione delle libertà individuali e nel perseguimento del prevalente interesse pubblico; Ritenuto necessario, nelle more di approvazione delle predette modifiche all’atto regolamentare, adottare una specifica ordinanza volta a prevenire il diffondersi ulteriore di fenomeni negativi proprio in corrispondenza del periodo estivo di maggior affluenza turistica”

“Per le ragioni indicate in premessa, è vietato circolare e/o sostare a torso nudo e/o in costume da bagno nelle seguenti vie:
– Lungomare Vittorio Veneto
– Via Mazzini e tutti i vicoli di collegamento
– Via Venezia e tutti i vicoli di collegamento
– Via Mameli nel tratto pedonale
– Corso Italia
– Corso Matteotti
– Piazza Cavour
– Piazza Venezia
– Piazza delle Nazioni
– Piazza Molfino
– Corso Assereto
– Via Milite Ignoto
– Piazza Pastene
– Giardini Verdi
– Parco Canessa”