Sestri: il Premio Andersen al Parlamento europeo

Da Comuniqué riceviamo e pubblichiamo

Forte del patrocinio che il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha appena concesso alla manifestazione, il Sindaco Valentina Ghio, ribadisce come “La presentazione del Premio Andersen e dell’Andersen Festival al Parlamento Europeo rappresenta un momento di grande orgoglio per Sestri Levante che, dopo aver ricevuto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, porta la sua manifestazione più importante all’interno di un contesto così prestigioso. Il respiro sempre più internazionale che caratterizza sia il Premio che il Festival rende concreta, con questa occasione, una grande opportunità di promozione non solo della manifestazione ma di tutto il nostro territorio”. Sullo schermo della sala del Parlamento Europeo, scorreranno le immagini dedicate al Festival, seguite da una video presentazione di Federico Rampini, testimonial e ospite dell’Andersen. Il tema sarà “la Libertà” con, in anteprima nazionale, il suo spettacolo di “giornalismo teatrale” sul palco galleggiante nella Baia del Silenzio. Attraverso gli occhi di chi vive la realtà degli States in prima persona, Rampini traccia un profilo attualissimo della nuova presidenza Trump, sottolineato da un’inedita colonna sonora con i brani dei Rolling Stones.

“Il Premio letterario Andersen per la letteratura dei ragazzi e il Festival che lo accompagna hanno contribuito, nell’arco di ben cinquanta edizioni, a rafforzare la vitalità della cultura europea, rinnovandone nel tempo spirito e valori e traghettandola nella contemporaneità”. Ha invece dichiarato l’europarlamentare Brando Benifei, sostenitore dell’iniziativa.

A Torino appuntamento per il 19 maggio al Salone del Libro, per l’Effe Label, un riconoscimento internazionale che attraverso Italia Festival, in collaborazione con AGIS, Associazione Generale Italiana dello Spettacolo, viene attribuito alle manifestazioni maggior profilo. “The International jury considers the event as a multidisciplinary street festival of interesting artistic and cultural values with a good international profile” recita la motivazione a firma di Darko Brlek, Presidente EFA e Jonathan Mills, Presidente EFFE International Jury 2017-2018. Un ulteriore riconoscimento al valore culturale di un evento che in mezzo secolo di storia ha saputo individuare molti tra i personaggi che oggi sono assurte ad icona della nostra letteratura, valorizzando una modalità narrativa che va ben oltre la platea dell’infanzia, riuscendo a diventare strumento di comunicazione intergenerazionale.