Festival delle geografie alle Cinque Terre

di Guido Ghersi

La cooperativa “Officine del Levante” e il “Club per l’Unesco di Levanto e Cinqueterre” organizzano, nei primi giorni del prossimo mese di aprile, il “Festival delle geografie : da
Matteo Vinzoni a Openstreetmap” che si svogerà sia a Levanto che Bonassola e Framura, appartenenti alle “Baie del Levante”.

Nove giorni, da sabato 1° aprile a domenica 9 aprile, con mostre, spettacoli teatrali, conferenze e concerti. Si inizia alle ore 15 di sabato 1° alla “Torre Carolingia” di frazione Costa di Framura con la mostra “Matteo Vinvoni” raccontato dalla grafic novel di Carola Perfigli, sempre nello stesso giorno, ma alle ore 18 nello “Spazio Luzzati” al primo piano del Palazzo Comunale di Levanto, si
terrà la presentazione del “Festival…” con un momento musicale a cura de “I Liguriani”, e la inaugurazione della mostra “I viaggi in
India ed in Amazzonia attraverso le tavole di Giulio Ferrario”.

Si terranno escursioni alla scoperta dei territori per terra e per mare, accompagnati da esperti come il geografo, il geologo, il biologo, il naturalista e le esperte guide.

Ma ancora, incontri, conferenze e dibattiti sempre nei tre Comuni ed ancora i sapori del territorio con “Degustazione a tema” all”Agave Bistrot” in Comune di Framura(fine pista ciclabile). Tre gli spettacoli clou di questa 1^ edizione del “Festival…”: il concerto de “I Liguriani” per venerdì 7alle ore 21 nella chiesa parrocchiale di Sant’Andrea di Levanto, con musiche dedicate a “San Giacomo di
Compostela” e al suo famoso “Cammino”, opera dedicata all’illustre cartografo Matteo Vinzoni, nato e vissuto tra Bonassola e Levanto. Alle ore 21 di domenica 9 nell’auditorium dell'”Ospitalia del Mare”
invito a teatro con le “Variazioni sul tema del fantasma o follia di Robert Schumann”

Durante le mattinate del festival come accennato, saranno organizzate escursioni guidate a piedi, in bicicletta e per mare alla scoperta della costa tra Levanto e Framura.
Nei pomeriggi spazio alle conferenze e agli approfondimenti per apprendere i segreti della geografia, della navigazione a vela, della geografia dei flussi migratori, argomento quest’ultimo di così importante attualità.

Le serate, come sopra scritto, saranno dedicate allo spettacolo. La partecipazione al “Festival…” non è proprio del tutto gratuita perchè, a seconda delle varie manifestazioni” i partecipanti dovranno pagare un tichet che varia tra i 10 e i 65 euro.

Qualcuno si potrà chiedere :”Che significato ha oggi la parola geografia? Quali sono oggi le nuove geografie da esplorare ? La risposta in questi antichi e nuovi percorsi, tra natura incontaminata, servizi e moderne tecnologie al servizio di sport, cultura e turismo, alla scoperta di un’importante identità territoriale
come è questa zona compresa nei tre territori comunali.

Inoltre in questo mese di marzo, si terrà una piccola anticipazione con la “Mappalonga”, un workshop in mare, che coinvolgerà gli studenti della sezione levantese del “Liceo Pacinotti” e la Cooperativa “Officine del Levante” amministrata dalla dr.ssa Laura Canale, ex-dirigente della Regione Liguria che, insieme a geologi e geofisici, mapperanno grotte, calette e falesie.

Alla manifestazione hanno dato il loro patrocinio: la Regione Liguria, i Comuni di Levanto, Bonassola e Framura, il Parco Nazionale delle Cinqueterre, l’Università di
Genova-Dafist, Società Geografica

Italiana e l’Associazione dei Geografi Italiani. Tre i partner . il Club Alpino, il FAI(Fondo per l’Ambiente) e il Touring Club; due gli sponsor tecnici e sostenitori: il Consorzio “OcchioBlù Levanto Informa” e “Visit Levanto” , mentre “Wikimedia, Symbola e Moleskine hanno accordato la loro collaborazione.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: