Chiavari: “Ponte di Sampierdicanne, cittadini penalizzati”

Da Roberto Rombolini e Giuseppe Lagomarsino, consiglieri del Movimento civico “Avanti Chiavari” riceviamo e pubblichiamo il testo dell’interpellanza rivolta al sindaco Roberto Levaggi

I sottoscritti Roberto Rombolini e Giuseppe Lagomarsino, Consiglieri di minoranza di “Avanti Chiavari”, sono stati contattati da diverse attività e studi professionali di via San Rufino che lamentano la condizione di disagio che interessa questa zona, a causa della viabilità deviata in conseguenza dei lavori intrapresi per la messa in sicurezza del ponte a San Pier di Canne.

La viabilità messa in atto dall’amministrazione a seguito dei  lavori in corso per mettere in sicurezza la zona citata,  fa si che il traffico veicolare venga indirizzato obbligatoriamente in via dei Lertora, costringendo chi si debba recare a San Pier di Canne ad un giro tortuosissimo e gravante su un nodo di traffico già di per sé intasato.

Quanto si sta verificando ha penalizzato in modo gravissimo gli esercizi commerciali ed i servizi presenti sul territorio. Si tratta, come noto, di Bar, Banche, Supermercati, Farmacia, Studi medici ed altre attività commerciali che si sono viste dimezzare il flusso di traffico e che, oltre all’evidente danno economico, si trovano nelle condizioni di non poter espletare il servizio.

Visto e considerato che tali attività pagano le imposte e tasse come tutte le altre presenti sul territorio chiavarese, non ci pare possibile danneggiare imprenditori e professionisti del territorio che esplicano un servizio pubblico e mettere a repentaglio posti di lavoro, senza tentare soluzioni diverse, tenuto anche conto della durata prevista dei lavori.

A tal fine si chiede al Sindaco Levaggi e/o al Vice Sindaco Garibaldi con delega ai Lavori Pubblici di sapere:

–       Se sia possibile possibile consentire il rientro lungo la direttrice del traffico in direzione Leivi, attraverso una sorta di coppa rotatoria, eliminando tutti gli ostacoli, cassonetti e auto in sosta.

Chiediamo che la pratica sia iscritta al prossimo Consiglio Comunale.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: