Camogli: il “Festival della Comunicazione” a Parigi

Testo e foto di Consuelo Pallavicini

Una bella occasione per Camogli e per il Festival della Comunicazione. Giovedì 30 marzo Danco Singer e Rosangela Bonsignorio, ideatori e direttori del festival, saranno a Parigi all’Istituto Italiano di Cultura dove alle 18.30, nell’ambito di “Italissimo” (festival di letteratura e cultura italiane), si renderà omaggio ad Umberto Eco, scomparso un anno fa, con un incontro dal titolo “Stat rosa pristina nomine” (Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus, ultima frase del suo romanzo “Il nome della rosa”).

Eco fu tra i promotori del Festival della Comunicazione, una sorta di “guida” (molti ricordano le sue lectiones magistrales delle prime due edizioni). Quindi un’ottima occasione per presentare la prossima edizione, la quarta, che si svolgerà dal 7 al 10 settembre. Presente anche Francesco Olivari, sindaco di Camogli.

L’Istituto Italiano di Cultura renderà omaggio ad Eco in compagnia di coloro che lo hanno conosciuto e hanno collaborato con lui: il semiologo Paolo Fabbri; gli editori Mario Andreose, Jean Claude e Nicky Fasquelle; lo scrittore e traduttore Jean Noël Schifano; Danco Singer; la traduttrice Myriem Bouzaher.

Umberto Eco al Festival della Comunicazione (10 settembre 2015)