Bogliasco: “Il disagio dell’ostrica”, mostra di Patrizia Biaghetti e Maria Mennella

Da Rudi Decleva riceviamo e pubblichiamo

Sabato scorso è stata inaugurata nella Sala “Berto Ferrari” (g.c.) una Esposizione di creazioni originali di Patrizia Biaghetti e di Maria Mennella, che si concluderà domenica 12 marzo con una sfilata di abiti ispirati a poesie di donne da Saffo a Alda Merini, a Sylvia Plat, ad Anna Achamatova.

Molto originale è stata la presentazione dell’iniziativa, che ha voluto nel contempo  diffondere tra il pubblico presente in sala la  consapevolezza dei valori della cultura che in tante parti del mondo subisce ancor oggi censure, detenzioni e violenze.

Per essere vicini ai tanti poeti e scrittori violentati per i loro pensieri liberi, Patrizia Biaghetti ha accatastato in mezzo al pavimento una cinquantina di libri – sigillati dai morsetti – invitando i presenti a liberarli leggendone un brano nell’intento simbolico di far uscire dal silenzio le voci degli Autori. E il pubblico ha accolto con la massima partecipazione l’invito, concorrendo uno alla volta a liberare quelle voci.

In precedenza, la regìa degli Organizzatori proponeva a Bogliasco – attingendolo dal Teatro Nazionale Bunraku di Osaka – l’episodio dei due innamorati, che in espiazione di colpe commesse vagano in mezzo al pubblico ludibrio da cui li attende inevitabile  l’onorevole suicidio. Lei in kimono e lui nelle vesti di un Samurai, con gli sguardi fissi nel nulla e imprigionati da un nastro rosso dal quale non possono liberarsi. Ma invece i due – dopo aver vagato per i carugi del centro di Bogliasco – entrano nella Sala dove subiscono riti magici sciamani e la purificazione di un concerto per contrabbasso eseguito da Federico Bagnasco, che creano l’effetto liberatorio dalla condanna e il taglio del nastro che li lega. Così a loro volta essi possono liberare l’arte e aprire al pubblico l’Esposizione.

Per la cronaca, i due giapponesi sono stati impersonificati  da Ilaria Olcese e Antonio Strassoldo. Ilaria vive a Sussisa ed è una cantante “country”che si è esibita con il complesso musicale “Sweet Darling” in occasione della manifestazione benefica “Sorisolidale” in favore della Gigi Ghirotti Onlus. Antonio vive a Rapallo e frequenta l’Università a Genova, Facoltà di Medicina.