‘Santa’ diventa “Città cardio-protetta”

Dall’ufficio stampa del Comune di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo

Questa mattina nella sala consiliare del municipio, è stato presentato il progetto che consiste nell’installazione di una rete di defibrillatori che andrà a coprire il territorio cittadino quale ulteriore elemento di miglioramento delle condizioni di sicurezza degli abitanti e degli ospiti.

Il progetto “Santa Margherita Ligure città Cardioprotetta”, infatti, sarà in grado di aumentare le probabilità di intervento tempestivo su casi di arresto cardiaco e aumentare di conseguenza la percentuale di successo nel salvataggio della vita delle persone colpite da tale evento.

Al momento sono state individuate sette postazioni dove posizionare gli apparecchi defibrillatori alloggiati in apposite teche (totem) con apertura degli sportelli dal basso verso l’alto lungo le seguenti vie cittadine:

• Piazza Vittorio Veneto,

• Piazza Mazzini,

• Piazza S. Siro,

• Via Garibaldi,

• Via Pescino/Piazza Martiri,

• Calata Porto

• Via Roma c/o ingresso ponente stazione ferroviaria

Altri due apparecchi sono previsti negli impianti sportivi palazzetto dello sport (via Liuzzi) e palestra di via Domizio Costa.

Sui fianchi della teca saranno presenti i pittogrammi DAE. La teca sarà dotata di allarme all’apertura dello sportello, anche con telecomando e sistema di riscaldamento con visualizzazione temperatura tramite display digitale, sistema di illuminazione interno.

Le dimensioni della teca sono le seguenti:

• dimensioni vano superiore: 39 x 58 x 39 cm

• piedistallo di sostegno h 100 cm

Tale progetto è stato realizzato con il contributo di realtà del territorio che hanno accettato di far convergere il loro impegno in un unico grande progetto comune. L’Amministrazione comunale, che a sua volta si era attivata per dotare la città di defibrillatori, ha coordinato gli intenti tramite un protocollo d’intesa sottoscritto da tutti.

Dichiara il Sindaco Paolo Donadoni: “La prima cosa da rimarcare, anche se ormai non fa più “notizia”, è la generosità dei sammargheritesi e di quanto a cuore abbiano la loro città. Avendo registrato una sensibilità comune sul tema della cardio-protezione, e avendo in essere come Amministrazione un progetto sullo stesso argomento, ci è sembrato opportuno ed efficace per il risultato finale – il bene di Santa Margherita Ligure – far convogliare le forze e gli sforzi di tutti in un unico grande proposito. Inoltre ci è parso logico coinvolgere soprattutto chi sarà chiamato ad utilizzare tali apparecchiature per la cui scelta ci siamo avvalsi della competenza della Asl4 in particolare della struttura operativa del 118.

Ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno partecipato citandoli uno per uno: Comune di Santa Margherita Ligure, Asl 4 Chiavarese, Associazione Il Cuore di Santa non dimentica Mai, Banco BPM, Associazione Team for Santa, Gruppo Albergatori SML – Portofino, Brand New Relations, Croce Verde Sammargheritese, Croce Rossa Italiana sez. SML, Associazione Lega Navale sez. SML, Associazione Circolo Velico, Asd Canottieri Argus 1910, Asd Circolo Nautico, Asd Remiera Gianni Figari. Ringrazio inoltre Emanuele Sartori dell’Associazione Cdf New Life per la consulenza tecnica”.