Chiavari: presidio per ricordare Giulio Regeni

Da Andrea Lavarello, per l’Associazione “Verità per Giulio Regeni -Il Tigullio non dimentica”, riceviamo e pubblichiamo

Un presidio, un momento di riflessione collettiva accompagnato dalla musica, una fiaccolata: sono le iniziative che l’Associazione “Verità per Giulio Regeni: il Tigullio non dimentica” promuove mercoledì 25 gennaio 2017, dalle ore 17.30 in piazza Mazzini a Chiavari, a un anno esatto dalla scomparsa al Cairo del giovane ricercatore friulano, il cui corpo martoriato e con evidenti segni di tortura sarebbe stato ritrovato pochi giorni dopo, il 3 febbraio, sull’autostrada che dalla capitale egiziana conduce ad Alessandria.

La manifestazione di Chiavari è l’unica promossa in Liguria. Ha ottenuto il patrocinio del Comune di Chiavari, di Cgil, Cisl e Uil e di Unipol e la collaborazione di Tigullio Wedding Events. Ad essa ha inoltre aderito l’Ascom di Chiavari che ha invitato i propri associati a un gesto simbolico e fortemente evocativo: alle 18 in punto, infatti, simultaneamente, i negozi del centro storico nei dintorni della piazza spegneranno le luci per ricordare il sequestro e l’assassinio di Giulio.

Al presidio di Chiavari, che idealmente si collega a quelli organizzati in varie altre città d’Italia, parteciperanno Nicola Rollando con “I Nuovi Disertori” per un momento musicale che farà da sottofondo alla manifestazione.

“Con questa iniziativa e con il relativo manifesto affisso nelle città del Tigullio – spiega il presidente dell’Associazione, Andrea Lavarello – abbiamo voluto ricordare Giulio a un anno esatto dalla sua scomparsa per ribadire il nostro fermo impegno a proseguire nella battaglia per ottenere verità e giustizia sulla sua tragica vicenda. Ma è anche il segno della volontà di batterci in difesa dei diritti umani e delle libertà civili in senso più ampio”.

Nicola Rollando

L’Associazione “Verità per Giulio Regeni: il Tigullio non dimentica” lancerà inoltre in piazza, nel pomeriggio del 25 gennaio, la propria campagna di tesseramento. Sarà possibile sottoscrivere la tessera annuale dell’Associazione con tre modalità di adesione: socio ordinario (10 euro, 5 per chi ha meno di 30 anni), socio sostenitore (20 euro) e socio fondatore (50 euro)

Prosegue, intanto, l’iniziativa “Il Levante per Arquata” promossa e coordinata dall’Associazione, alla quale hanno aderito diversi Comuni del Levante ligure e molteplici associazioni. La finalità è raccogliere fondi per costruire ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) – uno dei Comuni più colpiti dal terremoto che ha messo in ginocchio l’Italia centrale – un centro civico di aggregazione sociale.

A questo scopo è sempre attivo uno specifico conto corrente al Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, che raccoglie donazioni di privati cittadini, associazioni, imprese e Comuni finalizzate esclusivamente a questo progetto.

Il codice Iban di questo conto corrente è IT36T0503431950000000004915