Rapallo: Anmig ricorda gli invalidi di guerra

Dal Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Giovedì 12 gennaio, alle ore 10, nel Salone del Consiglio Comunale di Rapallo, la sezione di Rapallo dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra e il Comune di Rapallo ricorderanno i cento anni degli Invalidi di Guerra a Rapallo, con la partecipazione delle scuole superiori.

Fu infatti durante il primo conflitto mondiale che i mutilati e invalidi si organizzarono in associazione, che fondarono a Milano nell’aprile del 1917.
A Rapallo una sezione autonoma si formò nel 1921, ma già prima Andrea Massoni (il futuro presidente della sezione, che alla causa dei mutilati e invalidi dedicò la sua vita) aveva riunito che era tornato ferito dalle trincee.

Nel corso della cerimonia, dopo il saluto del Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale e della vicepresidente della sezione Anna Traversaro, Agostino Pendola illustrerà “L’associazionismo dei mutilati e degli invalidi nella nostra città”. Le conclusioni saranno del presidente nazionale dell’associazione, Prof. Claudio Betti.

Al termine, agli studenti intervenuti sarà distribuito il libro “Gli invalidi di guerra a Rapallo”, che è stata realizzato utilizzando il ricco archivio della sezione.
Il libro, oltre a raccontare le vicende dell’associazione, illustra aspetti poco conosciuti della nostra città, come ad esempio le vicende dei due monumenti ai caduti, la ricerca di un posto di lavoro negli anni Venti e Trenta, le manifestazioni del regime. Sono anche rappresentati alcuni documenti di un rapallese prigioniero di guerra in Austria e le polizze di guerra.

I cittadini potranno ritirare una copia del libro presso la sezione Anmig, in Passo santa Chiara n. 1, durante l’orario di apertura, il sabato dalle 10 alle 12 oppure contattando la sezione all’indirizzo anmig.rapallo@gmail.com

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: