Rapallo: nessun clochard alla Casa della Gioventù

Ieri don Stefano Curotto, parroco a Rapallo nella basilica dei Santi Gervasio e Protasio ha messo a disposizione dei senza tetto la Casa della Gioventù perché potessero a dormire al riparo dalla temperatura gelida. Ma non si è presentato nessuno.

Dice il sindaco Carlo Bagnasco: “I servizi sociali del Comune avevano dato la massima collaborazione a don Curotto e io stesso ieri avevo fatto un giro in città per assicurarmi che nessun clochard dormisse all’aperto. Mi ha confermato don Stefano che in città, su 30.000 abitanti, i senza tetto sono attualmente solo cinque e tutti ieri avevano trovato una sistemazione. Dati che sono in un certo senso confortanti. Solo un senza tetto questa sera, forse, accetterà l’ospitalità alla Casa della Gioventù”.