Cinque Terre: sciolta l’Unione delle Terre Verticali

di Guido Ghersi

E’ stata una “separazione consensuale” quella che era sorta lo scorso anno tra i Comuni dell’Unione delle Terre Verticali. Infatti nel consiglio dei Comuni, tenutosi alla fine dello scorso anno, nel municipio di Riccò del Golfo, è stato formalizzato lo scioglimento dell’Ente che prevedeva lo svolgimento, in forma associata, di alcune funzioni, quali paesaggistica e Polizia Municipale, tra costa ed entroterra. Una fine che era stata prospettata anche a seguito delle intenzioni dei Comuni delle Cinque Terre di formare una nuova unione per quest’anno, in vista del referendum del Comune Unico. Il Comune di Riomaggiore, ha chiesto l’uscita dall’Associazione formata con i Comuni di Monterosso al mare, Pignone e Riccò del Golfo. Peraltro anche il Comune di Monterosso al mare ha deciso di staccarsi e i Comuni della Val di Vara hanno avanzato lo scioglimento. Una scelta politica che lascia l’amaro in bocca ai Comuni dell’entroterra che, nell’area Unesco, insieme alle Cinque Terre, puntavano ad un ulteriore allargamento ad altri territori della vallata. La Commissione Paesaggistica sarà comunque attiva fino alla fine di giugno 2017.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: