“Sestri nelle aree industriali grazie al Pd”

Da Luca Garibaldi, vicecapogruppo Pd in Regione Liguria, riceviamo e pubblichiamo

Un risultato frutto della nostra determinazione. Verrebbe da dire così commentando la decisione della Regione Liguria di inserire Sestri Levante all’interno delle aree industriali regionali, che possono attingere al fondo anti-crisi messo a disposizione dell’Ente. Una parziale retromarcia, dopo l’iniziale e incomprensibili esclusione di qualche settimana fa, che è stata innestata grazie al pressing del Comune di Sestri Levante, delle forze sindacali e produttive e del Gruppo consiliare regionale del Pd (una nostra proposta per l’inserimento di Sestri Levante in questo elenco era stata depositata subito) e della richiesta formale fatta dalla stessa amministrazione civica di Sestri Levante attraverso un Ordine del Giorno votato in Consiglio comunale. Spiace che quel documento i consiglieri comunali di centrodestra di Sestri Levante non l’abbiano neppure voluto votare, difendendo l’esclusione del Comune di Sestri Levante. A dimostrazione del fatto che la Regione, quando sbaglia clamorosamente come in questo caso, almeno decide di fare retromarcia, mentre i loro rappresentanti locali restano arroccati sulle stesse indifendibili posizioni. Peccato. Anche se, come si dice in questi casi, ciò che importa è il risultato. Escludere Sestri Levante da quell’elenco non avrebbe avuto alcun senso. Oggi, grazie al lavoro del Pd, quell’ingiustizia è stata sanata, seppur parzialmente.

 

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: