Sori: lavoro ai migranti, Lega Nord contraria

Dall’ufficio stampa della Lega Nord Liguria riceviamo e pubblichiamo

“L’operazione messa in atto dall’Amministrazione Comunale di Sori, per facilitare l’inserimento dei migranti è apertamente propagandistica – afferma Cristiano Benvenuto Segretario della Lega Nord della Sezione di Recco – Golfo Paradiso.

Riteniamo assurdo utilizzare questi tipi di progetti – prosegue Benvenuto – svantaggiando i Soresi in difficoltà e di tutte le persone che hanno perso il loro lavoro e che non sono poche e in favore di chi? non certo di quei ragazzi nativi che potrebbero fare benissimo gli stessi lavori, se pagati in maniera adeguata.

Se la Cooperativa coordinerà i lavori, che l’Amministrazione di volta in volta indicherà quali essere prioritari, – continua Benvenuto – ci chiediamo: Quali sono le visite mediche a cui vengono sottoposti prima di iniziare lavori di fatica quali pulire giardini o sgomberare le strade dalle macerie di un’alluvione o piuttosto “camallare “ qualche peso? Con quali tutele sindacali e contrattuali li farebbero? Chi decide il loro orario di impiego e i giorni di riposo? Quanto a lungo dovrebbe durare questa attività di volontariato? Quali sono i doveri di questi “volontari” e quali i loro diritti? Qual è la loro preparazione e quali le loro competenze per compierli? Quali corsi di sicurezza sul lavoro hanno seguito prima di mettersi all’opera in alcune attività che si potrebbero ritenere comunque pericolose?

Ecco, a tutte queste domande, vorremmo delle risposte e delle garanzie da parte dell’Amministrazione comunale, per evitare che la gente pensi che chi proviene da paesi più poveri sia «naturalmente» idoneo ai lavori di fatica e li possa fare senza alcuna istruzione e formazione. Non vorremmo che dietro questa forma di volontariato si nascondessero aspirazioni schiaviste. Il lavoro – termina Benvenuto – và sempre retribuito adeguatamente al costo della vita altrimenti, chi lavora gratis o a basso costo, impoverisce il tessuto sociale in cui vive.”