Rapallo: l’uragano, l’amianto e il parco Biancaneve (3)

Il tetto di Villa Porticciolo scoperchiato dall’uragano da cui sono partite alcune lastre di amianto finite nel parco Biancaneve, è stato l’argomento ampiamente trattato dai consiglieri di minoranza Armando Ezio Capurro e Federico Solari che con la consigliera Elisabetta Ricci avevano compiuto un sopralluogo documentando la situazione. Il consigliere Filippo Lasinio  ha spiegato i termini della legge sull’amianto che ha imposto una mappatura; l’assessore Arduino Maini  ha riferito che quando si è venuti a conoscenza di quanto accaduto, l’intervento è stato immediato. Sull’argomento Capurro ha presentato un ordine del giorno in cui ricordava cronologicamente che il 14 ottobre vi è stato l’uragano, oil 17 un rapporto dei vigili, ma che il 22 i pezzi di eternit erano ancora nel parco, chiedendo di ottenere i verbali dei vigili. Ordine del giorno ritirato dopo che il presidente del Consiglio comunale Campodonico si è impegnato di far pervenire i documenti richiesti a tutti i consiglieri. Sull’argomento sono anche intervenuti i consiglieri Mauro Mele, Giorgio Costa ed Elisabetta Ricci.

a