Regione: imprese e professionisti 40 milioni a fondo perduto

La Regione Liguria mette a disposizione 40 milioni a fondo perduto a professionisti, micro, piccole e medie imprese liguri.

Lo scorso 28 ottobre la Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’Assessore allo sviluppo economico Edoardo Rixi, il bando “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” nell’ambito del Programma del Fondo di sviluppo Europeo (POR FESR Liguria) 2014-2020. Si tratta di 40 milioni di euro a fondo perduto per investimenti destinati a professionisti, micro, piccole e medie imprese nell’ambito della smart specialization strategy regionale.

Il bando si propone di sostenere la ripresa degli investimenti produttivi delle imprese liguri, allo scopo di renderle più competitive e di stimolare l’occupazione.

Sono considerati ammissibili gli investimenti in attivi materiali e/o immateriali diretti a:

– realizzazione di nuove unità produttive

– ampliamento di un’unità produttiva esistente

– diversificazione della produzione di un’unità produttiva esistente mediante prodotti nuovi  aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo di un’unità produttiva esistente

Gli investimenti devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione.

Le agevolazioni previste sono contributi a fondo perduto del 30% della spesa ammissibile per le micro imprese, del 20% per le piccole imprese e del 10% per le medie imprese con un taglio minimo da 25 mila euro per le micro e piccole imprese e da 50 mila per le medie imprese. L’importo massimo del contributo non può superare i 200.000 euro. Potranno partecipare anche commercianti al dettaglio, ambulanti, attività di ristorazione, sportive e culturali.

Il bando sarà aperto da Filse dal 5 al 15 dicembre 2016 e le domande di ammissione all’agevolazione devono essere redatte esclusivamente online accedendo al sistema bandi on line dal sito www.filse.it

“È una misura attesa e con il budget più importante del 2016 – dice l’assessore Rixi – abbiamo deciso di estenderla anche ai professionisti perché è necessario che tutto il tessuto economico e imprenditoriale ligure si evolva alla stessa velocità, con investimenti su innovazione e ammodernamento”.