Sanità: Alisa certificata dal Consiglio dei ministri

Dallo Staff del consigliere regionale Claudio Muzio riceviamo e pubblichiamo

“Il buon lavoro dell’Assessore Sonia Viale viene certificato dal Consiglio dei Ministri, che nell’ultima seduta ha deliberato di non impugnare la legge istitutiva di A.Li.Sa, la nuova azienda sanitaria ligure che si occuperà della governance dell’intero sistema. Le cassandre che ne prevedevano la bocciatura hanno gufato al vento”. E’ quanto dichiara Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza.

Prosegue il consigliere Muzio: “La nascita di A.Li.Sa, del resto, risponde ad un’esigenza che è stata da tutti riconosciuta, a partire dai direttori generali delle cinque ASL per finire col gruppo del Pd in Consiglio Regionale, che, pur avendo alla fine votato contro il provvedimento, nella relazione di minoranza ha messo nero su bianco che ‘nessuno può negare l’esigenza di introdurre nell’organizzazione sanitaria ligure modalità operative e strumenti che consentano un’azione più efficace ed efficiente per corrispondere al bisogno di salute della popolazione della regione’. Proprio questo è lo scopo che la Giunta si propone di raggiungere con A.Li.Sa. Con la nuova azienda sanitaria, infatti, vi saranno un unico centro acquisti per realizzare economie di scala, la gestione centralizzata dei concorsi e gradatamente del personale e degli uffici tecnici. Ciò consentirà, nel tempo, di addivenire a risparmi che potranno essere dirottati sui servizi sanitari. In questo quadro, le ASL dovranno concentrarsi esclusivamente sul fare bene il loro vero mestiere, e cioè occuparsi sulla salute dei cittadini”.

“Per tutti questi motivi – conclude Muzio – il via libera da parte del Governo è un’ottima notizia. A fronte di chi sosteneva che la legge sarebbe stata impugnata, rivendichiamo con orgoglio la nostra assunzione di responsabilità e il voto favorevole all’istituzione di A.Li.Sa”.