‘Santa’: errori e polemiche nel nome di un’ incolpevole Arisa

C’era chi l’aveva previsto. Il recital di Arisa in piazza del Sole è un successo, ma la location lascia davvero a desiderare e crea altre pesanti polemiche. C’è infatti il pienone di gente pagante in piazza del Sole, ma anche il pieno di “portoghesi” che invade la carreggiata della 227 per Rapallo. Ieri avevamo scritto che il traffico sarebbe stato deviato da Rapallo a via Trieste e via Roma per chi era diretto a ‘Santa’,  e da Santa Margherita a Rapallo via San Lorenzo, Saltincielo; ossia via Aurelia.

Nessuno poteva immaginare che anche i taxi, a differenza dei bus diretti a Rapallo, sarebbero stati bloccati. Un cliente inglese arrivato in taxi da Portofino e diretto all’Imperiale, costretto a scendere davanti all’alt della polizia urbana, ha detto in tono ironico al taxista: “Tieni resto e dallo agli agenti”. Una donna incinta ha dovuto raggiungere l’albergo  a piedi e così un’anziana turista che cammina a fatica col bastone.

Dice un taxista anche a nome dei colleghi: “Non ci hanno neppure avvertito di questo assurdo provvedimento. Come fanno passare i bus diretti a Rapallo, avrebbero potuto far transitare anche noi. Bastava transennare la carreggiata, lasciare la corsia a mare ai portoghesi e l’altra a noi, regolando il passaggio. Lavoriamo solo in estate e impedirci di farlo per una sera è gravissimo. Abbiamo perso diverse corse di persone che volevano fare rientro a casa o in albergo e altre che volevano venire a cena a Santa o a Portofino. Abbiamo dovuto spiegare loro che per raggiungerli e accompagnarli al ristorante avremmo dovuto fare il giro dall’Aurelia fino a Rapallo e poi arrivare alla Pagana dove ci aspettavano. Mancanza assoluta di rispetto verso chi lavora come noi e verso i turisti”.

I taxisti sono i più furibondi, ma non sono da meno quanti devono percorrere la strada per lavoro o per altri motivi.