Sanità: “Concorsi infermieri, incrementate le assunzioni”

Concorsi per assumere infermieri

Francesco Battistini (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dai colleghi del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta di organizzare concorsi per «l’assunzione di personale infermieristico, prevedendo assunzioni in numero maggiore laddove il rapporto tra infermieri e abitanti è più esiguo, in modo da riequilibrare le risorse in campo. Chiedo anche – ha aggiunto  – di concedere, nell’immediato, deroghe di assunzioni più ampie e di incentivare la mobilità interna alla Regione del personale che ne ha fatto richiesta, in modo da garantire un benessere maggiore al lavoratore, offrire un miglior servizio al cittadino e  un rapido riequilibrio delle poche risorse in campo in Liguria».

Il consigliere ha riportato i dati relativi al rapporto fra abitanti e personale infermieristico in ciascuna Asl: «La Asl 5  ha il rapporto infermieristico per 1000 abitanti più basso  – ha aggiunto –  cioè almeno il 30% di risorse umane in meno rispetto a tutte le altre aziende sanitarie liguri, con uno sbilancio rispetto alla media nazionale di 347 unità infermieristiche ed uno sbilancio, rispetto, alle asl col minor rapporto infermieri/abitanti di 147 unità».

Per la giunta ha risposto l’assessore alla sanità Sonia Viale. L’assessore ha rilevato che l’altissimo numero di partecipanti, come è avvenuto negli ultimi concorsi, provoca problemi di natura procedurale e ha spiegato che in Liguria è in via di definizione un accentramento delle procedure per l’assunzione a tempo indeterminato, in prima battuta, di circa 200 infermieri: gli uffici stanno definendo l’iter per l’espletamento di tre concorsi (ponente, area metropolitana, levante), gestiti da aziende “capofila”. Viale ha auspicando che i bandi possano essere pubblicati tra settembre e ottobre. Per una stima della conclusione delle procedure e la disponibilità delle graduatorie – ha concluso – bisognerà conoscere il numero di partecipanti. In prima istanza si procederà alle assunzioni per le quali le Aziende hanno chiesto le deroghe mentre le graduatorie degli idonei potranno essere utilizzate sia per future ulteriori assunzioni a tempo indeterminato, sia per il reclutamento a tempo determinato.