Sport: successo per i geometri del levante ai campionati italiani di ciclismo di categoria

di Paolo Marchi

Non tutti lo sanno ma esiste un Campionato Italiano di Ciclismo Geometri Liberi Professionisti. Detta così si potrebbe pensare ad una sorta di Coppa Cobram, uno dei momenti più spassosi della tragicomica epopea fantozziana. Ma così non è. Sì perché il campionato – quest’anno giunto alla settima edizione svoltasi domenica scorsa a Casciana Terme, provincia pisana, lungo un bel percorso ondulato che si è snodato lungo le colline limitrofe passando da La Pieve, Terricciola, Aia di Sotto, La Muraiola per poi rientrare a Casciana – è cosa seria, vissuto con spirito competitivo grazie ad una preparazione intensa. Sono i numeri a dirlo, con i primi in classifica che hanno percorso i ventuno chilometri del tracciato, ripetuti per tre volte, ad una media di circa 38 km/h. Media altissima in assoluto, ancora di più se si considera che un chilometro del percorso prevedeva una salita con pendenza al 6 per cento.

In tutto questo andare, il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Genova ha ottenuto un notevole risultato con quattro dei suoi cinque rappresentanti che sono riusciti ad ottenere piazzamenti di rilievo. Il genovese Fulvio Penco si è classificato 1° nella categoria over 50, così come il lavagnese Diego Capelletti che ha vinto la gara nella categoria under 40. Terzo posto nella categoria over 40 – under 50 per il rapallese Simone Sica mentre Marco Baldoni (Genova) si è classificato al 5° nella categoria over 50.

casciana_2015

Da sx: Simone Sica, Germano Canessa (il 5° rappresentante della compagine genovese-levantina), Musso Gian Luca, (presidente dell’Associazione Geosport che ha organizzato l’evento), Diego Capelletti, Marco Baldoni, Fulvio Penco