Equitalia: protocollo d’intesa con l’Istituto Nazionale Tributaristi

Dall’ufficio Relazioni Esterne di Equitalia riceviamo e pubblichiamo

Si rafforza la collaborazione tra l’Int, l’Istituto Nazionale Tributaristi, ed Equitalia per favorire l’efficienza e la trasparenza dell’azione di riscossione dei tributi. Il protocollo d’intesa, firmato oggi dal presidente dell’Int, Riccardo Alemanno, e dal presidente di Equitalia, Vincenzo Busa, avrà la durata di due anni e pone le basi per una capillare cooperazione sul territorio finalizzata a rendere più agevole e diretto il rapporto tra Equitalia e l’associazione di rappresentanza dei professionisti.

Gli iscritti all’Istituto Nazionale Tributaristi potranno accedere allo sportello telematico dal sito www.gruppoequitalia.it. Nella pagina dedicata ad “Associazioni e Ordini” è possibile interagire direttamente con la sede provinciale di Equitalia per richiedere informazioni e confrontarsi con personale qualificato allo scopo di analizzare i casi più delicati dei loro assistiti. L’accordo prevede anche altre forme di collaborazione come ad esempio seminari, convegni e tavoli tecnici al fine di approfondire tematiche sul rapporto fisco-contribuente.

«La collaborazione con l’INT è molto importante nell’ottica di semplificare gli adempimenti dei contribuenti tramite il dialogo costante con i professionisti che li rappresentano – afferma il presidente di Equitalia, Vincenzo Busa –. Le iniziative previste dall’accordo sono finalizzate a favorire una gestione del servizio di riscossione sempre più attenta alle esigenze di cittadini e imprese attraverso l’impegno congiunto a individuare soluzioni legittime e trasparenti anche ai casi più difficili».

«Con la sottoscrizione del nuovo protocollo nazionale di intesa con Equitalia si sancisce la volontà di collaborazione e di  confronto costruttivo con le istituzioni – dichiara il presidente dell’Istituto Nazionale Tributaristi, Riccardo Alemanno –  Equitalia rappresenta un importante interlocutore per l’attività dei tributaristi e con un maggiore e migliore utilizzo dei sistemi telematici  ed un’ancora più intensa attività di confronto, attraverso i  tavoli tecnici,  si contribuirà a migliorare l’attività di assistenza dei nostri iscritti e  conseguentemente   il rapporto fisco-contribuente. Inoltre quanto contenuto nel  protocollo servirà ad ottimizzare anche gli accordi ad oggi in essere con le società territoriali di Equitalia».