Sestri: “Così il Musel va a Marsiglia e diventa internazionale”

Riceviamo e pubblichiamo

di Fabrizio Benente *

E’ arrivata in questi giorni di fine agosto la lettera ufficiale di comunicazione da parte del comitato scientifico del congresso internazionale Digital Heritage 2013 che si terrà a Marsiglia dal 28 ottobre al 1 novembre..

L’appicazione didattica “Scava e Trova”, studiata per il Museo di Sestri e riproposta nel nuovo museo di Castiglione/Masso – ulteriormente perfezionata come “Excavate and Learn” – è stata Fully Accepted dal comitato di valutazione del congresso internazionale e dell’Expo che si terrà a Marsiglia dal 28 ottobre al 1 novembre 2013.

I giudizi del comitato scientifico sono stati molto lusinghieri. In particolare, potremo intervenire al Convegno con una comunicazione breve che è stata selezionata tra le oltre 1500 domande pervenute al comitato, ed esaminate per la pubblicazione degli Atti del Covegno. Soprattutto, potremo esporre il nostro stand ad Archeovirtual 2013, la 7a edizione della più grande mostra europea dedicata ai progetti di archeologia virtuale e ai musei virtuali, organizzata dal Cnr Itabc. Inoltre concorreremo al Best exhibition award, ossia il premio asssegnato per la migliore installazione esposta al pubblico.

La domanda di ammissione all’esibizione internazionale è stata inoltrata da Et Solutions, la società di informatica sperimentale che ha fortemente collaborato all’allestimento del Musel e collabora ora alla realizzazione del Museo di Castiglione/Masso. In qualità di direttore scientifico del Musel (e del Sistema museale) io partecipo come progettista dell’istallazione, per i contenuti didattici e archeologici. I ricercatori che hanno firmato il progetto scientifico sono Emanuele Di Rosa, Matteo Ventrella e Roberto Frasca (Ett) e Fabrizio Benente (Musel), ma hanno collaborato alla fase ideativa anche tanti altri colleghi, tra cui i progettisti del museo (Gabriele Martino, Jacopo De Grossi ed Elio Micco).

La nascita del Musel si deve ad un forte investimento di Comune di Sestri, Regione Liguria e MIBAC. Un museo locale, un museo dell’identità, ma fortemente innovativo e sperimentale. Uno dei compiti dell’incarico che mi è stato affidato consiste nel promuovere e far conoscere il Musel (e Sistema museale) a livello internazionale, ponendolo sul medesimo piano di confronto con i grandi musei digitali europei. La patnership costruita nel tempo con Ett Solutions, ovviamente, è fondamentale, proprio per la loro esperienza internazionale nel campo dell’innovazione tecnologica, e per la qualità di eccellenza dei loro ricercatori. La loro collaborazione, in questa occasione, costituisce anche un fondamentale contributo finanziario che non deve essere sottaciuto. A Marsiglia fruiremo dello stand assegnatoci dall’organizzazione (in quanto fully accepted) e porteremo la nostra esperienza, le nostre proposte. In questo modo faremo conoscere il lavoro e le proposte degli informatici, ma faremo conoscere il Musel e promuoveremo Sestri Levante e la cultura ligure. In tempi di tagli e di rigore, andrò a Marsiglia senza chiedere spese di missione al Comune di Sestri. Le risorse che si renderanno disponibili verranno utilizzate per produrre materiale promozionale da distribuire al pubblico dell’expò Archeovirtual 2013″.

* professore, archeologo e direttore Musel di Sestri Levante

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: