Chiavari: scuole infanzia private, convenzione e contributi

 La giunta comunale di Chiavari ha approvato la convenzione tra il Comune e le scuole dell’infanzia paritarie private. La convenzione riguarda gli anni 2020-21; 2021-22; 2022-23. La somma complessiva è di 300.000 euro.

La prima rata per un totale di 50.000 euro è esigibile al 31/12/2020 ed è così suddivisa:

Santa Marta (65 iscritti): 13.829,78

Maria Luigia 48 iscritti: 10.212,77

Asilo Infantile Chiavari (68 iscritti): 14.468, 09

Parrocchiale San Pietro (54 iscritti): 11.489,36

*****

La convenzione:
 Art 1 Le Scuole dell’infanzia paritarie private firmatarie la presente convenzione (da qui in poi “le Scuole dell’Infanzia”) si impegnano a realizzare gli orientamenti educativi di cui alle norme vigenti, mantenendo la libertà di insegnamento ai sensi dell’articolo 33 della Costituzione, nonché ad offrire un puntuale Piano dell’Offerta.Art.

2 Le Scuole dell’Infanzia si impegnano a favorire la partecipazione democratica delle famiglie alla gestione della scuola, attraverso la costituzione e la regolare attività di Organi Collegiali, in analogia a quanto previsto dal D.P.R. 416/76 e successive modifiche ed integrazioni.

Art.3 Le Scuole dell’Infanzia devono garantire locali idonei al funzionamento secondo le disposizioni di legge.

Art. 4 È compito degli Enti gestori provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile, alle spese di gestione, alla dotazione ealla manutenzione dei mobili, delle attrezzature igienico-sanitarie, del materiale didattico occorrente per le attività educative, nonché alla provvista di quanto altro necessario al funzionamento della scuola stessa.

Art. 5 Le Scuole dell’Infanzia garantiscono il rispetto delle norme igienico sanitarie previste dalla normativa vigente in materia.

Art. 6 Ilservizio di refezione è a carico degli Enti gestori e sarà effettuato in conformità alle leggi vigenti e alle tabelle dietetiche stabilite dal competente servizio dell’A.S.L.4 “Chiavarese”.

Art. 7 L’assistenza medico-scolastica agli alunni delle Scuole dell’Infanzia è svolta dall’A.S.L. 4“Chiavarese”.

Art. 8 Il numero degli alunni che possono essere iscritti in ogni sezione è quello stabilito dalla normativa statale vigente. Vengono accettati tutti i bambini, in età prevista dalla legge,senza discriminazione di sesso, razza, etnia, cultura, religione, favorendo, in particolare, l’inserimento di bambini in condizione di svantaggio socio-economico-culturale, ivi compresi i portatori di handicap.

Art. 9 La data di inizio e il termine dell’anno scolastico e l’orario giornaliero dovranno almeno essere commisurati a quelli della scuola dell’Infanzia statale.  

Art. 10 Il personale insegnante ed ausiliario, operante nelle scuole, dovrà essere in possesso del titolo distudio legale di abilitazione.Il rapporto di lavoro fra l’Amministrazione delle Scuole dell’Infanziaed il personale dipendente è regolamentato dai vigenti CCNL di categoria ed il trattamento economico-giuridico è quello risultante dai medesimi.

Art. 11 Nel rispetto del Piano dell’Offerta e del Progetto Educativo e delle finalità statutarie proprie di ciascun Ente gestore, è riconosciuta agli educatori ed alle educatrici l’autonomia didattica nei termini previsti dai vigenti CCNL.

Art. 12 Ciascun Ente gestore assicura nell’ambito dell’orario di lavoro del personale docente un monte ore annuale per la programmazione educativo-didattica, la gestione collegiale della scuola e l’aggiornamento professionale.Ciascun Ente gestore promuove il miglioramento della qualità degli interventi pedagogici anche con progetti concordati con il Comune, la Regione e lo Stato.

Art. 13 Le rette a carico degli utenti sono stabilite da ciascun Ente gestore che provvede alla relativa riscossione da parte delle famiglie. Possono essere previste riduzioni nel caso di assenze prolungate, o in presenza di particolari condizioni socio-economiche segnalate anche dal Comune.Art. 14Il Comune corrisponde un contributo annuodel valore massimodi € 100.000,00= (centomila/00) alle scuole paritarie private,che verrà 
suddiviso fra le stessein base alla percentuale dei bambini iscritti che abbiano frequentato la Scuola dell’Infanziaper almeno sei mesi, anche non consecutivi, nell’annoscolastico di riferimento,nell’ambito delle disponibilità finanziarie allocate nel competente capitolo di bilancio del Comunedell’esercizio di riferimento.Le iscrizioni dovranno essere comprovate a cura dell’Ente gestore della Scuoladell’Infanziaalla Civica Amministrazione.La prima rata pari al 50% del contributo annuo verrà liquidata sulla scorta della presentazione degli elenchi degli iscritti, la seconda, a saldo, sulla base degli elenchi delle frequenze, trasmessi dagli Enti interessati.Il contributo delComune alla Scuola dell’InfanziaPrivata non assorbe gli interventi differenziati dell’Amministrazione Regionale e Comunale in favore di bambini che vivono in disagiate situazioni economiche e costituisce un’integrazione delle quote di cui al precedente

Art. 13. Il versamento del contributo avverrà proporzionalmente in due rate posticipate da erogare entro i mesi di settembre e luglio. Il contributo, di cui alla presente convenzione, non dovrà essere superiore al disavanzo di bilancio dell’Ente gestore dell’ultimo esercizio finanziario chiuso.

Art 15 Ogni anno le Scuole dell’Infanzia presenteranno all’Amministrazione Comunale il bilancio preventivo ed il consuntivo, nonché una relazione sull’attività didattica svolta ed il periodo di svolgimento della stessa, con particolare riferimento all’adozione degli “orientamenti educativi”, sul rispetto e sull’applicazione del contratto di lavoro per il personale, sull’attività di aggiornamento degli insegnanti e sull’impiego del  
contributo comunale in applicazione del presente atto.

La documentazione dovrà altresì indicare:Il calendario scolastico;

-L’elenco dei bambini residenti e non residenti nel Comune ed il numero delle sezioni;

-Il numero del personale addetto secondo le diverse qualifiche;

-Le modalità di erogazione della refezione scolastica

Art. 16 Eventuali richieste di ciascuna Scuola dell’Infanzia convenzionata per interventi di carattere straordinario, debitamente discusse e valutate, saranno oggetto di apposite deliberazioni da parte dell’Amministrazione comunale.

Art. 17 Il Comune vigila sul rispetto delle clausole della presente convenzione.Ogni eventuale controversia in merito che non possa essere definita in via bonaria tra il Comune e gli Organi rappresentativi delle Scuole dell’Infanzia convenzionate è demandata all’Autorità giudiziaria ordinaria territorialmente competente

Art. 18 La presente convenzione ha validità triennale per gli anniscolastici 2020/2021 –2021/2022 –2022/2023.

Art. 19 Tutte le spese inerenti e conseguenti al presente atto, soggetto a registrazione in caso d’uso ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. n. 131/1986,sono  
a carico in parti eguali delle Scuole dell’Infanzia.

Art. 20 Le parti, ai sensi di quanto previsto dal Regolamento (UE)2016/679, danno atto di essersi reciprocamente fornite tutte le informazioni previste dalla predetta normativa europea e da quella nazionale in materia di protezione dei dati personali. Inoltre confermano, sotto la propria esclusiva responsabilità, di ben conoscere il Regolamento (UE)2016/679es.m.i. e il D.Lgs196/2003 come modificato dal D.Lgs 101/2018, nonche’ogni provvedimento emanato dall’Autorità Garante per la protezione dei dati personali rilevante rispetto al contenuto della presente convenzione.Letto, approvato, sottoscritto.

Per il Comune di Chiavari Maura Meschi

Per la Scuola materna cooperativa sociale Maria Luigia  il legale rappresentante

Per la scuola Materna parrocchiale San Pietro il legale

Per l’Asilo Infantile Chiavari il legale rappresentante

Per la scuola materna Santa Marta il legale rappresentante